Milano Updates: la città celebra Alda Merini. Restituendole la sua Casa Museo. Riapre al pubblico lo spazio dei Navigli, assegnato dal Comune all’associazione La Casa delle Artiste

Dopo un lungo periodo di stallo, molte polemiche e tanta apprensione da parte di familiari ed estimatori, Alda Merini, la compianta poetessa dei Navigli, ha di nuovo un piccolo tempio in cui essere celebrata e ricordata. La Casa Museo della Merini veniva inaugurata a Milano il 21 marzo del 2011, giorno del suo compleanno, nell’ex tabaccheria […]

Alda Merini

Dopo un lungo periodo di stallo, molte polemiche e tanta apprensione da parte di familiari ed estimatori, Alda Merini, la compianta poetessa dei Navigli, ha di nuovo un piccolo tempio in cui essere celebrata e ricordata. La Casa Museo della Merini veniva inaugurata a Milano il 21 marzo del 2011, giorno del suo compleanno, nell’ex tabaccheria comunale di Via Magolfa, assegnata ai tempi dalla giunta Moratti. Due anni di apertura, con problemi mai risolti di gestione, di budget e di completamento lavori, fino all’epilogo del 2013: il Comune, per problemi di bilancio, dichiarava di non potersi più occupare dello spazio, in cui erano custoditi effetti personali, mobili, foto, video, documenti, e dove era stato trasportato anche il famoso “Muro degli angeli”, un pezzetto di parete coperto di schizzi ed appunti che dall’appartamento della poetessa – affittato fino al giorno della sua morte – era stato “strappato” e messo in salvo, prima che lo stabile desse il via ai lavori di ristrutturazione.
Da quel momento una serie diversi appelli, articoli, denunce, mobilitazioni di cittadini ed intellettuali avevano sollecitato al sindaco Pisapia una celere risoluzione del problema: la casa museo di Alda Merini doveva tornare  alla città. Aperta e fruibile, in quanto bene comune.  Per fronteggiare la carenza di risorse, era dunque arrivato un bando, rivolto ad associazioni cittadine senza scopo di lucro, che avessero interesse a farsi carico del posto. Bando vinto, pochi giorni fa, da La Casa delle Artiste: la proclamazione è avvenuta lo scorso 20 marzo e il giorno dopo un reading poetico festeggiava già l’effettiva riapertura. Un nuovo regalo per Alda Merini, nel giorno della sua nascita e dell’inizio della primavera, che era anche la giornata mondiale della poesia dell’Unesco.

La Casa Museo di Alda Merini
La Casa Museo di Alda Merini

L’associazione si aggiudica così la gestione, in comodato gratuito, per i prossimi tre anni, con possibilità di rinnovo. Sarà garantito l’ingresso al pubblico tutti i giorni, col museo visitabile su prenotazione lunedì e mercoledì, oppure senza prenotazione giovedì e venerdì, tra le 15 e le 19, e sabato e domenica tra le 10 e le 13. Le attività ricreative seguiranno invece altri orari: da martedì al venerdì (ore 11-20) e sabato e domenica (ore 10-13). Spetterà all’associazione, non gravata da costi di locazione, ricavare le risorse necessarie al pagamento delle utenze, al sostegno delle attività e alla gestione del personale necessario.
Cosa troveranno i visitatori? Un caffè letterario e una libreria-biblioteca specializzata in arte e poesia al piano terra, mentre al primo piano è stata riallestita la camera da letto di Alda Merini, con quel “Muro degli Angeli”, miracolosamente superstite, che stava dietro al suo capezzale. E poi una libreria cartacea e multimediale dedicata alla poetessa, uno spazio lettura e una guida sulla vita della Merini. Reading, poetry slam,  letture, conferenze, cineforum, concerti, flash mob, seminari, attività didattiche con anziani, adulti e bambini, saranno dedicati alla figura della grande poetessa milanese ma anche a temi letterari, artistici, culturali.

– Helga Marsala

www.facebook.com/LaCasaDelleArtiste

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.
  • laura Negrini

    Grande Alda Merini. La memoria è importante. Custodiamo i nostri poeti, la nostra letteratura.