Lo Strillone: con i soldi delle grandi mostre si arricchiscono i musei stranieri a cui chiediamo in affitto le opere, tuona Panorama. E poi luci ombre per il Cinquecento lombardo a Brescia, Barilli racconta Matisse a Ferrara, esce la biografia di Antonio Cederna…

Ma con tutte le opere d’arte che abbiamo… è proprio necessario affittare quelle dei musei stranieri, arricchiti con i soldi delle nostre “grandi mostre”? Questi gli interrogativi posti da Giuseppe Frangi su Panorama. In memoria di Antonio Cederna, polemista innamorato di un paesaggio difeso dallo scempio attraverso le pagine di Corriere della Sera. Che lo […]

Quotidiani
Quotidiani

Ma con tutte le opere d’arte che abbiamo… è proprio necessario affittare quelle dei musei stranieri, arricchiti con i soldi delle nostre “grandi mostre”? Questi gli interrogativi posti da Giuseppe Frangi su Panorama. In memoria di Antonio Cederna, polemista innamorato di un paesaggio difeso dallo scempio attraverso le pagine di Corriere della Sera. Che lo ricorda oggi recensendone la biografia fresca di stampa.

Fotonews su L’Unità per presentare Candida Höfer a Palazzo Te, recensione griffata Renato Barilli per Matisse a Ferrara; non convince Avvenire il Cinquecento lombardo esposto a Brescia in quel di Palazzo Martinengo. Douglas Gordon a Parigi, Pontormo e Rosso a Firenze su Sette; oltre cento incisioni di Piranesi in mostra in Australia e su Il Venerdì. Haris Epaminonda alla Querini Stampalia per L’Espresso.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.