L’anti-fiera per gli artisti indipendenti. Tante immagini della Clio Art Fair, alla sua prima edizione nell’Armory week newyorkese

The Anti-Fair for Independent Artists. È scritto chiaramente fin dallo statement, il carattere di un nuovo evento che debuttava nell’appena conclusa Armory week newyorkese. Popolata da artisti che non hanno alcun contratto di esclusiva con gallerie a New York City, Clio Art Fair – questo l’evento, alla sua prima edizione a Chelsea – si è […]

The Anti-Fair for Independent Artists. È scritto chiaramente fin dallo statement, il carattere di un nuovo evento che debuttava nell’appena conclusa Armory week newyorkese. Popolata da artisti che non hanno alcun contratto di esclusiva con gallerie a New York City, Clio Art Fair – questo l’evento, alla sua prima edizione a Chelsea – si è segnalata per un mix composto da artisti storici, in fase di affermazione oppure totalmente nuovi e sconosciuti per il pubblico, ma anche per gli addetti ai lavori della grande mela. Tra le opere dei big in mostra, alcuni disegni di Vito Acconci, e una serie fotografica dedicata al Bronx di Mel Rosenthal.
Nessuna galleria, quindi, presente direttamente nell’evento, che è nato dall’iniziativa del curatore Alessandro Berni, firma newyorkese per Artribune. Fra i 33 artisti selezionati, ben 7 quelli italiani: Borinquen Gallo, Verdiana Patacchini, Paolo Pelosini, Alessandro Del Pero, Carlo Sampietro, Barbara Valli e Raimonda Sanna. “Difficile sorprendere una città satura come New York“, dichiara Berni. “Ho voluto provarci con questa iniziativa fondata sul diniego del ruolo di galleria come intermediario fra artista e collezionista”. Nella fotogallery, immagini della Clio Art Fair…

www.clioartfair.com