Il primo assicurato d’Italia? Re Carlo Felice di Savoia. A Torino nasce il Museo Storico della Reale Mutua: in un percorso multimediale quasi 200 anni di storia della compagnia, ecco le immagini

Ora anche Torino ha il suo museo aziendale. A farlo ci ha pensato la Reale Mutua che, dall’alto dei suoi 186 anni di vita di impresa, ne aveva di materiale da mettere in ordine e mostrare al grande pubblico. È stato lo studio d’architettura Gritella & Associati, già artefice, tra altri lavori, del restauro della […]

Ora anche Torino ha il suo museo aziendale. A farlo ci ha pensato la Reale Mutua che, dall’alto dei suoi 186 anni di vita di impresa, ne aveva di materiale da mettere in ordine e mostrare al grande pubblico. È stato lo studio d’architettura Gritella & Associati, già artefice, tra altri lavori, del restauro della Mole Antonelliana per il Museo Nazionale del Cinema, a creare un percorso multimediale, simile ad un “libro illustrato”. Il tutto tramite ricostruzioni filmiche di aneddoti, curiosità (la polizza numero 1 fu sottoscritta dal re sabaudo Carlo Felice che in questo modo assicurava la sua residenza, Palazzo Chiablese) e racconti che si intrecciano con la storia di Torino e dell’Italia, dal Risorgimento sino ad oggi.

Il nuovo Museo Storico di Reale Mutua (un primo nucleo esisteva già dal 2007) si colloca in un palazzo seicentesco, già sede storica della Compagnia, che si affaccia sulla centralissima e pedonale via Garibaldi. In otto sale un po’ anguste, per un totale di circa 400 mq, si possono vedere gli atti costitutivi della Società, le ordinanze di Vittorio Emanuele II con firma autografa, le polizze di personaggi illustri, da D’Annunzio a Pertini, curiosità legate alla storia e alle attività di ieri e di oggi della compagnia, una fedele e scenografica ricostruzione di una postazione di lavoro degli anni ’30 (Carlo Mollino aveva disegnato delle scrivanie che, purtroppo, sono andate perdute). Il museo inaugura domani ma sarà aperto al pubblico a partire dall’8 marzo, il primo e terzo weekend del mese e il martedì e giovedì dalle ore 16 alle ore 18. Intanto foto e video in anteprima dell’allestimento…

– Claudia Giraud

www.realemutua.it

CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).