Tutti i numeri e i nomi di Miart 2014. Milano vuole essere capitale dell’arte e ci riprova con la sua fiera. Qualche riflessione statistica sulle novità

“Milano durante miart rivela in tutta la sua pienezza il ruolo di capitale d’arte e innovazione, di cultura e avanguardia, di tradizione e sperimentazione”. Le parole dell’assessore alla Cultura Filippo Del Corno riassumono con efficacia il piglio con il quale miart – la fiera meneghina in programma fra il 27 e il 30 marzo a […]

Milano durante miart rivela in tutta la sua pienezza il ruolo di capitale d’arte e innovazione, di cultura e avanguardia, di tradizione e sperimentazione”. Le parole dell’assessore alla Cultura Filippo Del Corno riassumono con efficacia il piglio con il quale miart – la fiera meneghina in programma fra il 27 e il 30 marzo a fieramilanocity – si approccia alla sua diciannovesima edizione. Saranno 148 le gallerie internazionali – fra arte moderna, contemporanea, design – presenti, delle quali 60 estere, provenienti da 20 Paesi del mondo, e rappresenteranno il 45% delle partecipazioni alla fiera, diretta ancora da Vincenzo de Bellis.
Qualche osservazione spulciando l’elenco degli espositori (lo trovate sotto, completo)? Nel 2014 ci saranno al debutto grandi partecipazioni internazionali – in totale i nuovi espositori saranno 62 – come Modern Institute / Toby Webster, Lisson, Thaddaeus Ropac, Eva Presenhuber, Sprovieri, Standard (Oslo). E tante anche le novità dal panorama nazionale, da Alfonso Artiaco a Bianconi, Riccardo Crespi, Magazzino, Lorcan O’ Neill. Non mancano le gallerie che proprio a Milano partecipano per la prima volta ad una fiera: le londinesi Rod Barton, Supplement, Project Native Informant, le berlinesi Lars Friedrich e Dan Gunn, David Lewis da New York, Gasconade da Milano. Come anticipato, di seguito l’elenco completo…

A Palazzo, Brescia | Ancient & Modern, London | AMT, Bratislava | Aria d’Italia, Milano | Arte 92, Milano | Arte Centro – Lattuada Studio, Milano-New York | Artesilva, Seregno | Alfonso Artiaco, Napoli | Enrico Astuni, Bologna | Laura Bartlett, London | Rod Barton, London | Galleria Bergamo, Bergamo | Bianconi, Milano | Blu, Milano | BolteLang, Zurich | Thomas Brambilla, Bergamo | Brand New Gallery, Milano | Sandy Brown, Berlin | Brundyn + Gonsalves, Cape Town | Ca’ di Fra’, Milano | Cardelli & Fontana, Sarzana | Cardi, Milano-Pietrasanta | Carlos / Ishikawa, London | Centro Steccata, Parma-Milano | Circus, Berlin | Claudio Poleschi Arte Contemporanea, Lucca | Clifton Benevento, New York | CLEARING, Brooklyn-Brussels | Collicaligreggi, Catania | Contini, Venezia-Cortina d’Ampezzo-Mestre | Continua, San Gimignano-Beijing-Le Moulin | Raffaella Cortese, Milano | Cortesi Contemporary, Lugano | Guido Costa Projects, Torino | Riccardo Crespi, Milano | Studio Dabbeni, Lugano | Monica De Cardenas, Milano-Zuoz | Massimo De Carlo, Milano-London | Luisa Delle Piane, Milano | Demosmobilia, Chiasso | Dep Art, Milano | Design Gallery Milano, Milano | DIE GALERIE, Frankfurt | Dilmos, Milano | Anat Ebgi, Los Angeles | Eidos Immagini Contemporanee, Asti | Erastudio, Milano | Essex Street, New York | Isabelle van den Eynde, Dubai | Fabbrica Eos, Milano | Frediano Farsetti, Firenze | Fluxia, Milano | Foxy Production, New York | Freedman Fitzpatrick, Los Angeles | Freymond Guth, Zurich | Lars Friedrich, Berlin | Frittelli Arte Contemporanea, Firenze | Frutta, Roma | Fumagalli, Milano | Gariboldi, Milano | Gasconade, Milano | Gaudel de Stampa, Paris | François Ghebaly, Los Angeles | Studio Guenzani, Milano | Dan Gunn, Berlin | Andreas Huber, Wien | L’Incontro, Chiari | A arte Studio Invernizzi, Milano | kaufmann repetto, Milano | Kendall Koppe, Glasgow | Andrew Kreps, New York | Matteo Lampertico, Milano | Laveronica, Modica | Elaine Levy Project, Brussels | David Lewis, New York | Josh Lilley, London | Lisson Gallery, London-Milano-New York-Singapore | Lorenzelli Arte, Milano | Luce, Torino | Magazzino, Roma | Main Gallery, Tirana-Los Angeles | Gió Marconi, Milano | Primo Marella, Milano | Mary Mary, Glasgow | Mathew, Berlin | Mazzoleni, Torino | Meyer Riegger, Berlin-Karlsruhe | Francesca Minini, Milano | Massimo Minini, Brescia | The Modern Institute / Toby Webster, Glasgow | Monitor, Roma | Nero, Arezzo | NON, Istanbul | Nuova Galleria Morone, Milano | Lorcan O’Neill, Roma | OHWOW, Los Angeles | Open Art, Prato | P420, Bologna | Francesco Pantaleone, Palermo | Peres Projects, Berlin | Plan B, Cluj-Berlin | Poggiali e Forconi, Firenze | Poleschi Arte, Milano-Forte dei Marmi-Lucca | Praxis, Buenos Aires-New York | Eva Presenhuber, Zurich | Progettoarte-elm, Milano | Project Native Informant, London | prometeogallery, Milano | Proposte d’Arte, Legnano | Raucci/Santamaria, Napoli | Repetto, Acqui Terme-Milano | Michela Rizzo, Venezia | Robilant+Voena, London-Milano | Thaddaeus Ropac, Paris-Salzburg | Lia Rumma, Milano-Napoli | Studio SALES di Norberto Ruggeri, Roma | Federica Schiavo, Roma | Libby Sellers, London | Micky Schubert, Berlin | Mimmo Scognamiglio, Milano | SMAC Art Gallery, Cape Town-Stellenbosch | Southard Reid, London | Spazia, Bologna | SpazioA, Pistoia | Sprovieri, London-Rio de Janeiro | Standard (Oslo), Oslo | Gregor Staiger, Zurich | Studio Marconi ‘65, Milano | Supplement, London | Swing, Benevento | T293, Napoli-Roma | Talents Design, Tel Aviv | Tega, Milano | The Gallery Apart, Roma | Tonelli, Milano | Tornabuoni Arte, Firenze-Portofino-Forte dei Marmi-Paris | Toselli, Milano | Steve Turner Contemporary, Los Angeles | Valmore Studio d’Arte, Vicenza | Federico Vavassori, Milano | VI, VII, Oslo | Vilma Gold, London | Jonathan Viner, London | Studio Giangaleazzo Visconti, Milano | Vistamare, Pescara | Whatiftheworld, Cape Town | VeneKlasen/Werner – Michael Werner Gallery, Berlin-New York-London | ZERO…, Milano

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.