Tutte le strade portano al crowdfunding. Inclusa quella della fotografia. Eppela e Photographers.it insieme, per fare fundraising dal basso. A supporto di mostre, festival, progetti fotografici

Il segreto della new economy 2.0? La colletta on line: o fai il crowdfunding o non hai chance. Ormai più che una consuetudine, spesso è l’unica possibilità per recuperare risorse destinate a scopi creativi, culturali, sociali. Complici le tecnologie informatiche – che raggiungono in un lampo moltitudini di persone, consentendo una comunicazione efficace, veloce, multilayer […]

Giovanni Guadagnoli, Photofestival 2013

Il segreto della new economy 2.0? La colletta on line: o fai il crowdfunding o non hai chance. Ormai più che una consuetudine, spesso è l’unica possibilità per recuperare risorse destinate a scopi creativi, culturali, sociali. Complici le tecnologie informatiche – che raggiungono in un lampo moltitudini di persone, consentendo una comunicazione efficace, veloce, multilayer e virale – l’idea della cara vecchia colletta e di quel rivoluzionario do it yourself d’origine punk si è trasformata in una pratica comune, concreta, persino trendy, addirittura istituzionale e in moltissimi casi risolutiva: i soldi, oggi, si trovano così. Con l’aiuto della folla.
Ne parliamo sempre di più, per progetti svariati, dalla street art alla moda, dalle fiere d’arte ai film, dalla produzione di dischi all’organizzazione di festival. E ne riparliamo, adesso, per un una partnership d’eccezione che vede insieme Photographers.it, uno dei più noti portali italiani dedicati al mondo della fotografia, ed Eppela, la piattaforma di crowdfunding  leader in Italia.

Angelo Cozzi, Tra i reticolati di Saigon - Photofestival 2013
Angelo Cozzi, Tra i reticolati di Saigon – Photofestival 2013

Secondo l’accordo Eppela proporrà ai suoi utenti dei progetti di fotografia continuativi o legati ad attività culturali, selezionati proprio da Photographers.it. Il primo riguarda la campagna a sostegno di Photofestival, realtà radicata a Milano e attiva già da sette anni, col coordinamento di un comitato scientifico composto da Roberto Mutti, Giovanni Pelloso e Riccardo Costantini: un lungo percorso espositivo che coinvolge moltissime gallerie e sedi istituzionali cittadine, con oltre cento eventi nell’arco di quasi due mesi, da fine aprile a metà giugno 2014.
Ma il menu di proposte da sostenere con un piccolo contributo economico prosegue, a favore di appassionati e professionisti del settore fotografico: a marzo approderanno su Eppela delle iniziative legate all’editoria e ai viaggi, arrivando poi a una campagna in favore della dodicesima edizione di Confini, rassegna annuale che offre agli artisti dieci mostre personali in altrettante gallerie italiane. Sempre su indicazione degli esperti di Photographers.it. Basta un clic, una carta di credito e qualche soldo. Diventando coproduttori di qualcosa in cui si crede davvero.

– Helga Marsala

www.eppela.com
www.photographers.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.