Sky Arte updates: fotografie dallo spazio quelle di Guy Laliberté, fondatore del Cirque du Soleil. In mostra le immagini della Terra viste da uno shuttle, per la campagna umanitaria che denuncia lo spreco delle risorse idriche

È uno che con i piedi per terra proprio non riesce a stare. Ha trasformato i voli pindarici della sua fervida immaginazione in una tra le imprese dello spettacolo più famose al mondo, elevando le più stupefacenti evoluzioni circensi a meravigliosa forma d’arte. Torna ora a prendere il volo, in modo mai così letterale, Guy […]

Guy Laliberté

È uno che con i piedi per terra proprio non riesce a stare. Ha trasformato i voli pindarici della sua fervida immaginazione in una tra le imprese dello spettacolo più famose al mondo, elevando le più stupefacenti evoluzioni circensi a meravigliosa forma d’arte. Torna ora a prendere il volo, in modo mai così letterale, Guy Laliberté, storico fondatore di quella macchina dei sogni che è il Cirque du Soleil. La passione per la fotografia lo porta a migliaia di chilometri di altezza, primo artista in assoluto a imbarcarsi su uno shuttle, da dove scatta immagini di quaranta diverse nazioni: documentando attraverso le differenze cromatiche lo stato delle aree che più soffrono per l’emergenza idrica. Nascono opere magniloquenti, trattate quasi come quadri astratti: il bruno delle terre si abbraccia alle sabbie desertiche, creando effetti di inequivocabile potenza comunicativa. Rese ancora più forti nel confronto serrato con le zone invece lussureggianti, esplosive nel verde di foreste venate dell’azzurro di laghi e fiumi.
Titola semplicemente Gaia, il progetto di Laliberté, presentato in questi giorni a Milano e destinato in estate ad essere esposto negli spazi della White Gallery a Capri e Positano. Fulcro di un’iniziativa dal valore eminentemente umanitario: i proventi della vendita delle fotografie e dei cataloghi serviranno a sostenere le attività di One Drop, la fondazione creata dallo stesso Laliberté con lo scopo di garantire l’accesso all’acqua potabile, entro il 2017, a un milione di persone oggi costrette alla sete.

Il sito di Sky Arte è powered by Artribune, che ne cura contenuti e interfaccia digitale. Scoprite a questo link le novità di palinsesto e le news che arricchiscono il portale del primo canale televisivo culturale italiano in HD…
www.arte.sky.it