Madrid Updates: cinque tavole da non mancare durante la settimana di Arco. Da David Muñoz fino al Mercado de San Anton

L’alta ristorazione a Madrid forse non merita il prezzo che costa. La capitale, vuoi o non vuoi, è sempre stata in situazione di subalternità rispetto ai grandi distretti gastronomici posizionati agli estremi (anche politici) del paese: nell’area Basca e nell’area di Barcellona. Il fine dining nella capitale, insomma, si è sempre ridotto ai soliti nomi, […]

Il Mercado de San Anton

L’alta ristorazione a Madrid forse non merita il prezzo che costa. La capitale, vuoi o non vuoi, è sempre stata in situazione di subalternità rispetto ai grandi distretti gastronomici posizionati agli estremi (anche politici) del paese: nell’area Basca e nell’area di Barcellona. Il fine dining nella capitale, insomma, si è sempre ridotto ai soliti nomi, non pienamente entusiasmanti: Paco Roncero, Sergi Arola, Ramon Freixa. Con un’eccezione però, che rappresenta l’autentica stella nascente, anzi già nata, del firmamento castigliano: David Muñoz. Il suo ristorante, DiverXo, punta a essere il posto che sovverte la classica percezione che si ha di un Tre Stelle Michelin, riconoscimento ottenuto lo scorso anno come primo ristorante a Madrid e come chef più giovane di Spagna ad aver ottenuto questo risultato.
Ma se il DiverXo è il laboratorio gourmet di Muñoz, il godimento e, ancor più, il divertimento si possono ottenere degustando la cucina dello chef spagnolo anche in un’alta sua insegna in città. Si chiama StreetXo e si trova all’ultimo piano dei magazzini El Corte Ingles di Callao, al centro della Capitale: un autentico girone infernale di piatti cucinati espressi sulle piastre da giovani chef scapigliati e esagitati. I commensali stanno a sedere tutto attorno, sugli sgabelli. Un’esperienza ancor più surreale perché si svolge nella paciosa foodhall di un centro commerciale. Da non perdere davvero. Un altro consiglio è tradizionale e risponde al nome di Sacha, ristorante non lontano dallo stadio Santiago Bernabeu. Emozionante è dir poco per questa cucina che tocca le corde della sensibilità partendo dalle preparazioni della profonda provincia spagnola.
Un ristorante di gran tono gourmet, una nuova proposta di ristorazione veloce e una tavola tradizionale: cosa manca? Ma il mercato naturalmente. E se ne avete abbastanza del Mercado de San Miguel, esempio planetario di come riconvertire un pleatico commerciale a fini gastronomici, andate al Mercado de San Anton, altro modello straordinario di riconversione di un antico mercato rionale in piattaforma di qualità e ristorazione coinvolgente, interessante, divertente. Nel cuore di Chueca.

www.diverxo.com
mercadosananton.com
Sacha – Calle de Juan Hurtado de Mendoza, 11

StreetXo – El Corte Inglés de Callao, Plaza del Callao s/n, planta9