Lo Strillone: La Repubblica a Salisburgo per la seconda casa di Cornelius Gurlitt, pure questa piena di opere sottratte dai nazisti agli ebrei. E poi Baricco ministro al posto di Bray, Rutelli in campo per difendere i tesori della Siria, Vermeer a Bologna raccontato da Roberto Pazzi…

Ha una seconda casa in quel di Salisburgo il buon Cornelius Gurlitt: La Repubblica scova un secondo tesoro di capolavori sottratti dai nazisti alle famiglie ebree. Spuntano tra gli altri vari Picasso, Monet e Renoir. Vi abbiamo anticipato la notizia, in presa diretta, dal nostro profilo Facebook: non c’è quotidiano che stamane non si occupi […]

Quotidiani
Quotidiani

Ha una seconda casa in quel di Salisburgo il buon Cornelius Gurlitt: La Repubblica scova un secondo tesoro di capolavori sottratti dai nazisti alle famiglie ebree. Spuntano tra gli altri vari Picasso, Monet e Renoir.

Vi abbiamo anticipato la notizia, in presa diretta, dal nostro profilo Facebook: non c’è quotidiano che stamane non si occupi del giro di valzer che porterà a riassegnare le deleghe all’interno del governo. Con Il Giornale a presentare la sua lista, confermando i rumors che vorrebbero Alessandro Baricco al posto di Massimo Bray. Di politici tratta pure Avvenire: Francesco Rutelli torna in campo. Ma per richiamare l’attenzione sui tesori della Siria messi in pericolo dalla guerra civile.

Mostre: Il Fatto Quotidiano ci racconta di Grazia Toderi al Museo della Musica di Bologna; pezzo di colore firmato da Roberto Pazzi su Quotidiano Nazionale: a prendere la parola è, in prima persona, la “sua” Ragazza con l’orecchino di perla.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.