Lo Strillone: nasce la Cittadella Galileiana a Pisa, su Libero il progetto di recupero dell’ex-macello. E poi Raffaello torna a Foligno, l’affascinante epopea degli Expo, Gillo Dorfles pittore in mostra a Milano…

Fumata bianca per la Cittadella Galileiana. La Regione Toscana spinge per la riqualificazione dell’ex macello di Pisa: su Libero il progetto per trasformare l’area dismessa in una piattaforma per la cultura scientifica. Raffaello torna a casa, ma solo per una settimana: La Repubblica segue la Madonna di Foligno, che dopo l’esposizione milanese viene resa ai […]

Quotidiani
Quotidiani

Fumata bianca per la Cittadella Galileiana. La Regione Toscana spinge per la riqualificazione dell’ex macello di Pisa: su Libero il progetto per trasformare l’area dismessa in una piattaforma per la cultura scientifica. Raffaello torna a casa, ma solo per una settimana: La Repubblica segue la Madonna di Foligno, che dopo l’esposizione milanese viene resa ai Vaticani passando per un instant show umbro.

Su Avvenire la storia degli Expo, dal Tour Eiffel ai giorni nostri; il collezionismo illuminato di Paolo Falconieri nelle conversazioni che si tengono alla Pinacoteca Agnelli: l’invito oggi su il manifesto.

Fotonews su L’Unità per la mostra che al Museo del Fumetto di Milano celebra il mito di Pinocchio attraverso il lavoro di cento illustratori di ieri e di oggi; il Gillo Dorfles pittore alla Fondazione Marconi e su Quotidiano Nazionale, Piero Della Francesca in trasferta a New York per La Stampa.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.