Lo Strillone: la casa torinese di Norberto Bobbio diventa ostello per studiosi su La Repubblica. E poi l’anniversario della morte di Helmut Newton, l’arte ritrovata dai carabinieri in mostra al Quirinale, nuovo libro per Philippe Daverio…

Un ostello per filosofi: apre le proprie porte a Torino la casa di Norberto Bobbio, destinata ad accogliere in residenza chi vorrà studiare l’opera del grande intellettuale scomparso dieci anni fa. I dettagli del progetto su La Repubblica. Dieci anni fa domani moriva Helmut Newton, gioca d’anticipo Il Giornale con un ricchissimo amarcord. Fotografia anche […]

Quotidiani
Quotidiani

Un ostello per filosofi: apre le proprie porte a Torino la casa di Norberto Bobbio, destinata ad accogliere in residenza chi vorrà studiare l’opera del grande intellettuale scomparso dieci anni fa. I dettagli del progetto su La Repubblica.

Dieci anni fa domani moriva Helmut Newton, gioca d’anticipo Il Giornale con un ricchissimo amarcord. Fotografia anche su Il Fatto Quotidiano con i maestri del National Geographic in mostra a Palazzo delle Esposizioni; e su Libero, con gli scatti dell’archivio storico di Intesa Sanpaolo che documentano alle Gallerie d’Italia di Piazza Scala la Milano di Luca Beltrami. E quella di Gabriele Basilico.

Cento opere d’arte recuperate dai Carabinieri in mostra da marzo al Quirinale: su Avvenire e L’Unità il catalogo di capolavori che vanno dall’età romana al Settecento. La Stampa al Museo Diocesano per i disegni del lascito di Antonio Sozzani; Corriere della Sera recensisce l’ultima fatica letteraria di Philippe Daverio.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.