Cultura + Impresa, mix magico in tempi di crisi. Sono Fondazione Musei Civici di Venezia e Accademia Nazionale Santa Cecilia di Roma i vincitori ex aequo del premio promosso da Federculture

Un palazzo storico sostenuto da un’azienda della profumeria, e un’accademia musicale sostenuta da una compagnia telefonica. Si divide con un ex aequo la prima edizione del Premio Cultura + Impresa, fondato da Federculture e da The Round Table e dedicato alle migliori Sponsorizzazioni e Partnership culturali in Italia. Sul gradino più alto del podio la […]

La sala 15 della sezione Profumo di Palazzo Mocenigo

Un palazzo storico sostenuto da un’azienda della profumeria, e un’accademia musicale sostenuta da una compagnia telefonica. Si divide con un ex aequo la prima edizione del Premio Cultura + Impresa, fondato da Federculture e da The Round Table e dedicato alle migliori Sponsorizzazioni e Partnership culturali in Italia. Sul gradino più alto del podio la Fondazione Musei Civici di Venezia, con il progetto di restyling della sede museale di Palazzo Mocenigo con i nuovi percorsi del Profumo, inaugurata al pubblico lo scorso 1 novembre, sostenuto dall’azienda Mavive Spa. A pari merito, si diceva, si piazza l’Accademia Nazionale Santa Cecilia di Roma, che assieme a Telecom Italia ha presentato il progetto Pappanoinweb, il progetto streaming che permette di godersi gratuitamente sul proprio computer la grande musica classica.
Il Premio è rivolto a operatori culturali pubblici e privati, amministrazioni pubbliche centrali e locali, aziende, fondazioni e organizzazioni non profit, agenzie di comunicazione, o loro combinazioni, che, anche attraverso investimenti privati, “possono rappresentare oggi una risorsa fondamentale per gli Operatori culturali in un contesto in cui le risorse pubbliche nazionali e locali dedicate al sostegno della Cultura, sono sempre più ridotte”. La Fondazione Musei Civici di Venezia ottiene così un altro importante riconoscimento, a breve distanza dall’ottenimento del Premio Veneto Awards 2013 e da quelli conseguiti nel 2011 e nel 2013 al “Forum PA” promosso da PA net.
La consegna dei premi avverrà in occasione di un Workshop previsto a Milano nel mese di febbraio, dove si incontreranno operatori culturali e imprese per confrontarsi sulle casehistories del Premio Cultura + Impresa e sul benchmarking in questo settore.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.