Bologna Updates: da Art Defender c’è Academy now I, il talent show dei giovani artisti internazionali. Inserito nel programma vip di ArteFiera. Ecco le foto

Nei caveau super blindati di Art Defender, con un allestimento pulito ed essenziale pensato per le superfici in calcestruzzo, è allestita Academy Now I, collettiva di dieci emergenti. Definita dalla stessa curatrice, Laura Petrillo, l’ X-Factor per giovani talenti dell’arte contemporanea appena diplomati, Academy Now I è il risultato di due anni di scouting fra […]

Academy now I, work in progress allestimento - foto Claudio Cazzara

Nei caveau super blindati di Art Defender, con un allestimento pulito ed essenziale pensato per le superfici in calcestruzzo, è allestita Academy Now I, collettiva di dieci emergenti. Definita dalla stessa curatrice, Laura Petrillo, l’ X-Factor per giovani talenti dell’arte contemporanea appena diplomati, Academy Now I è il risultato di due anni di scouting fra le migliori accademie di Londra e Bologna. Una domanda alla base di questa ricerca, che punta ad espandersi verso altri continenti: “Cosa accade se gli artisti di domani si incontrano già nei luoghi di formazione, invece che alle fiere e nelle gallerie?”. Da qui l’idea: creare un primissimo contatto di con una scena ancora acerba ma sicuramente innovativa, individuare talenti, promuoverli attraverso con mostre e produzioni e magari anche con dei premi.  Il Premio Damiani, per esempio, che offre progettazione e stampa di un catalogo personale all’artista  selezionato dalla giuria. I prescelti per questa prima edizione sono:  Isoya Hirofumi, Nicolas Feldmeyer, Nadege Meriau, Atsuko Nakamura, Sarah Pager, Fabio Romano, Poppy Whatmore, David Ben White, Frank Ammerlaan e Fatma Bucak, quest’ultima aggiudicatasi il premio.
Opening affollato e iper mondano, con pubblico in paillettes, pellicce e abiti scuri: tutti collezionisti e appassionati, invitati dal Presidente di ArteFiera Duccio Campagnoli nel programma VIP per approcciarsi ai migliori giovani del panorama internazionale.

– Neve Mazzoleni

CONDIVIDI
Neve Mazzoleni
Neve Mazzoleni si è laureata in Lettere Moderne vecchio ordinamento con indirizzo in Storia e Critica delle Arti a Milano con Giovanni Agosti. Nel 2006 ottiene il diploma di master in Management of Art and Culture presso Trentino School of Management ed entra nel team progettuale di UniCredit& Art, diretto da Catterina Seia. Attualmente è project manager culturale in Group Giving, Events & Art Management di UniCredit, dove si occupa del coordinamento generale delle mostre internazionali e della gestione e valorizzazione della Collezione Corporate. Negli anni ha maturato una solida esperienza sulle tematiche delle sponsorizzazioni culturali, del rapporto Pubblico/Privato a favore della Cultura, di innovazione culturale e centri di produzione creativa. Tiene lecture per master di economia della cultura. Scrive per Doppiozero e Artribune, per la quale cura la rubrica da lei ideata Brain Drain - cervelli in fuga del mondo della cultura. Dal 2011 scrive regolarmente per il Giornale delle Fondazioni e per Arte&Imprese. È membro del Comitato di redazione di Tafter Journal. Ha scritto per Fizz, Arskey, Tafter. È iscritta al master in Social Innovation, Social Business&Project Innovation (MES) di ASVI Social change.