Miami Updates: arrivano le dolls di Cattelan, Dalì, Banksy. Ritratti all’uncinetto, in forma di raffinati art toys, con mission sociale. È il progetto Mua Mua, a sostegno delle popolazioni indonesiane

Icone pop, dal mondo della moda, dell’arte, della musica, dello spettacolo, tramutate in art toys dal talento della giovane designer Ludovica Virga. È il concept di Mua Mua, nome onomatopeico che ha il suono di un bacio, presentato in questi giorni a Miami nello spazio En Avance, nel cuore del design district. Creatività hand made, […]

Mua Mua Dolls, Yayoi Kusama e Maurizio Cattelan - foto Philip Volkers

Icone pop, dal mondo della moda, dell’arte, della musica, dello spettacolo, tramutate in art toys dal talento della giovane designer Ludovica Virga. È il concept di Mua Mua, nome onomatopeico che ha il suono di un bacio, presentato in questi giorni a Miami nello spazio En Avance, nel cuore del design district. Creatività hand made, anima pop e vocazione sociale, per questo progetto nato a Bali qualche anno fa e arrivato al successo con le prime produzioni ispirate alle star dello showbiz. Ma dietro l’aspetto leggero e giocoso, ci sono tutti i principi del faire trade:  Mua Mua partecipa, grazie ai proventi delle vendite, alla realizzazione del “Harapan Project” nell’isola di Sumbawa, in Indonesia, prendendosi cura della vecchia scuola femminile di Nangadoro e garantendo istruzione, abiti, libri e assistenza medica alle studentesse.
In occasione dell’evento, inaugurato nella settimana calda di Art Basel Miami Beach, Virga presenta un’edizione limitata dedicata all’art system internazionale: piccole sculture all’uncinetto, realizzate  con filo di seta, pensate come buffi ritratti di alcune tra le più note artististar del Novecento, con tanto di outfit e accessori a tema, da Damien Hirst a Takashi Murakami, da Salvador Dalì a Yayoi Kusama, da Pablo Picasso a Maurizio Cattelan, da Jeff Koons a Banksy. Un po’ celebrandole, un po’ dissacrandole.  Lo slogan delle Mua Mua dolls? “Lottiamo per costruire un futuro migliore”. Col sorriso e un pizzico di humour.

– Helga Marsala

fino al 24 dicembre 2013
En Avance, 161 NE 40th Street Suite 101 – Miami, Florida

 

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.