Lo Strillone: va bene rattoppare il tetto, ma ce la faranno a creare la Fondazione? I dubbi di Avvenire sul progetto Grande Brera. E poi Domus reinventa Gibilterra, Sten & Lex portano la street art alla Garbatella, Kandinsky in mostra a Milano…

Hanno trovato i soldi per sistemare il tetto, peccato manchino quelli per la… Fondazione! Una battuta di spirito per Avvenire, con i dubbi sulla copertura economica al momento insufficiente a far decollare il progetto Grande Brera; una questione trattata, con arguto scetticismo anche da Il Giornale. Per le cui pagine Luca Beatrice recensisce Kandinsky a […]

Quotidiani
Quotidiani

Hanno trovato i soldi per sistemare il tetto, peccato manchino quelli per la… Fondazione! Una battuta di spirito per Avvenire, con i dubbi sulla copertura economica al momento insufficiente a far decollare il progetto Grande Brera; una questione trattata, con arguto scetticismo anche da Il Giornale. Per le cui pagine Luca Beatrice recensisce Kandinsky a Milano.

La nuova mostra a Palazzo Reale tiene banco un po’ ovunque, partendo dalla canonica lenzuolata su Corriere della Sera e arrivando fino alle colonne de il manifesto. Passando per La Repubblica, naturalmente, che segnala però anche l’esposizione a Bruxelles dei progetti sollecitati da Domus ai creativi di mezza Europa, con cui ha chiesto di ridisegnare Gibilterra come ponte tra il Vecchio Continente e l’Africa.

Altre mostre: La Stampa agli Uffizi per Dietrofront, Libero ad Aosta per Depero. Sten & Lex al lavoro alla Garbatella, con il nuovo polo della street art romana presentato in grande stile su L’Unità.

 – Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.