La curiosa liaison fra Varsavia e Bergamo. Sulle tracce del patriota Francesco Nullo, il Castello Ujazdowski ospita l’installazione di Meris Angioletti

A volte una commemorazione storica condivisa può anche essere l’occasione per un scambio bilaterale nell’ambito della videoarte. A maggio scorso il GAMeC di Bergamo aveva ospitato The Energy Manifesto! (2003), un saggio di critica audiovisiva realizzato dall’autorevole Józef Robakowski nell’ambito progetto godardiano “My Own Cinema”. Adesso Varsavia ha ricambiato il favore a Bergamo invitando Meris […]

A volte una commemorazione storica condivisa può anche essere l’occasione per un scambio bilaterale nell’ambito della videoarte. A maggio scorso il GAMeC di Bergamo aveva ospitato The Energy Manifesto! (2003), un saggio di critica audiovisiva realizzato dall’autorevole Józef Robakowski nell’ambito progetto godardiano “My Own Cinema”. Adesso Varsavia ha ricambiato il favore a Bergamo invitando Meris Angioletti a esporre un video al Castello Ujazdowski in occasione del 150° anniversario della morte di Francesco Nullo, ucciso da una pallottola cosacca. Compagno di Garibaldi e figura chiave nelle spedizione dei Mille, il patriota bergamasco si prodigò anche per la Polonia partecipando nel 1863 all’Insurrezione di Gennaio contro l’armata russa.
Già presentata nel 2009 al GAMeC nell’ambito della personale “Ginnastica Oculare”, l’opera della Angioletti dal titolo ingombrante 14 15 92 65 35 89 79 32 38 46 26 43 38 32 79 50 28 84 19 71 69 39 93 75 10 presenta un gruppo di mimi che eseguono delle sequenze di movimenti ricavate dai risultati di un test di memoria realizzato insieme al guru mnemonista Gianni Golfera. Il progetto dell’artista italiana, in mostra fino al prossimo 19 gennaio in Polonia, si muove nel solco di un rinnovato sperimentalismo multidisciplinare – che coniuga Marcel Marceau e la semiotica di Thomas Sebeok – che sembra uscito dalla fucina della Societas Raffaello Sanzio.

– Giuseppe Sedia

CONDIVIDI
Giuseppe Sedia
Giornalista e reporter freelance nato il 6 luglio 1982 a Montreuil (Francia). Scrive di attualità, politica, cultura e spettacoli. È redattore del ‘Krakow Post’. I suoi articoli dedicati a cinema, videogiochi e arti visive sono apparsi su numerose riviste e web magazine italiani e stranieri (‘Warsaw Business Journal’, ‘Il Manifesto-Alias’, ‘Cafe Babel’, ‘Cineforum’, ‘Exibart’, ‘Film International’, ‘Asia Express’, ‘Sentieri Servaggi’). Attualmente vive in Polonia.