Il risiko delle grandi case d’asta. L’addio di Amy Cappellazzo a Christie’s (dirigeva il dipartimento di Postwar and Contemporary) e altre storie

Grande turnover ai piani alti delle due principali case d’asta, in questi giorni che precedono la chiusura natalizia. Ad iniziare dalla notizia più importante: Amy Cappellazzo, direttrice del dipartimento di Postwar and Contemporary di Christie’s, lascerà la compagnia dopo la sessione di aste di febbraio di Londra. Già da mesi il rumor aleggiava tra gli addetti ai lavori, ma […]

Amy Cappellazzo

Grande turnover ai piani alti delle due principali case d’asta, in questi giorni che precedono la chiusura natalizia. Ad iniziare dalla notizia più importante: Amy Cappellazzo, direttrice del dipartimento di Postwar and Contemporary di Christie’s, lascerà la compagnia dopo la sessione di aste di febbraio di Londra. Già da mesi il rumor aleggiava tra gli addetti ai lavori, ma l’ufficialità è arrivata solo ora. Dopo 13 anni di carriera all’interno di Christie’s, Cappellazzo lavorerà come art advisor e dealer per conto sui. Entrata nel 2001 come Co-Head of Post-War & Contemporary Art (ruolo ricoperto fino al 2011) e poi Deputy Chairman, Americas dal 2008, era stata nominata International Chairman of Post-War & Contemporary Development nel 2011.
Sia Christie’s che Sotheby’s hanno poi annunciato nuovi responsabili degli uffici di marketing: la prima con Marc Sands, ex direttore “media and audiences” della Tate ed ex direttore marketing per Guardian News; Sotheby’s con Alfredo Gangotena, proveniente dalla stessa posizione in Master Card, con un percorso che passa dall’agenzia di viaggi online Hutchison-Priceline a Disneyland Paris. Sands inizierà la sua carriera da Christie’s a partire dal 2014, occupando una posizione che è rimasta vuota fin dal 2011, quando Richard Bagnall-Smith lasciò la compagnia per creare la propria agenzia di comunicazione.
Sempre da Christie’s, a novembre è stato nominato “chief content officer” Jeremy Langmead, che a partire dal 2014 sarà responsabile della creazione dei contenuti per le varie piattaforme utilizzate. Proveniente dalla Virgin Atlantic, Paul Dickinson sarà invece il nuovo direttore del client services internazionale da Christie’s, con speciale attenzione ai paesi BRIC.

Martina Gambillara

CONDIVIDI
Martina Gambillara
Martina Gambillara (Padova, 1984), laureata in Economia e Gestione dell'Arte, si è interessata fin dai primi anni dell'università al rapporto tra arte e mercato, culminato nella tesi Specialistica in cui ha indagato il fenomeno della speculazione nel mercato dell'arte cinese dell'ultimo decennio. Per passione personale si è costantemente dedicata all'osservazione dei risultati d'asta soprattutto del segmento di Arte Contemporanea, estrapolandone i trend e la correlazione con i mercati finanziari. In seguito il suo interesse si è spostato verso i mercati emergenti, da quello cinese scelto per la sua tesi, a quello sud-asiatico e mediorientale. Ha lavorato per gallerie, case d'asta e dal 2011 fa parte dello staff editoriale di Artribune.