Un sorriso salverà il mondo. L’artista italo-cinese Erica Battello vince a The Others il Premio Pepino Loves Culture: farà una residenza d’artista a Torino, con lo street artist Gec come tutor

Se lo è aggiudicato Erica Battello, il Premio Pepino Loves Culture, al suo debutto alla fiera torinese The Others. Si tratta di una giovanissima artista italo-cinese, nata a Hong Kong nel 1986, che ama mescolare nei suoi lavori tratti della tradizione italiana e orientale. Un dualismo dato dall’influenza culturale dei due genitori: il padre di […]

Se lo è aggiudicato Erica Battello, il Premio Pepino Loves Culture, al suo debutto alla fiera torinese The Others. Si tratta di una giovanissima artista italo-cinese, nata a Hong Kong nel 1986, che ama mescolare nei suoi lavori tratti della tradizione italiana e orientale. Un dualismo dato dall’influenza culturale dei due genitori: il padre di Ivrea e la madre di Hong Kong. Nell’opera vincitrice, della serie One is Sad, dove disegna tante faccine sorridenti e una soltanto triste, ha utilizzato come medium il chicco di riso. L’artista, che esponeva nella collettiva Lightness proposta da The Workbench (ex Spazio Orlandi) di Milano per il progetto Boom! di The Others, insieme a Pietro Di Lecce, Franco Nardi, Mario Scudeletti e Jonathan Vivacqua, ha vinto una residenza studio a Torino che si svolgerà tra marzo e aprile. Il suo compito sarà quello di realizzare, sotto la supervisione del suo tutor, lo street artist torinese Gec, un’opera legata ai 130 anni dalla nascita dello storico marchio di Gelati Pepino e ai 75 anni da quella del Pinguino.

– Claudia Giraud