La collezione della compagnia di navigazione Tirrenia va in asta a Napoli. Blindarte passa sotto il marteletto centoventi opere. Da Mario Sironi a Emilio Greco, circumnavigazioni su tema marino

È fissata per il prossimo 15 novembre alle 18, presso il napoletano Palazzo Caravita di Sirignano, l’inaugurazione della mostra che vede protagonista la collezione della compagnia  di navigazione Tirrena: una settimana per ammirarla e poi, il 23 novembre, i pezzi saranno battuti all’asta, sempre nella stesse storica sede della compagnia, con un evento a cura di […]

Alberto Savinio, Paesaggio romano, 1949, tempera su masonite, cm 58x78

È fissata per il prossimo 15 novembre alle 18, presso il napoletano Palazzo Caravita di Sirignano, l’inaugurazione della mostra che vede protagonista la collezione della compagnia  di navigazione Tirrena: una settimana per ammirarla e poi, il 23 novembre, i pezzi saranno battuti all’asta, sempre nella stesse storica sede della compagnia, con un evento a cura di Blindarte.
Tra le 120 opere in catalogo spiccano nomi prestigiosi, come quelli di Mario Sironi, Alberto Savinio ed Emilio Greco. Il piccolo tesoro, stimato in totale 1.2-1.6 milioni di euro, comprende capolavori dell’arte moderna italiana così come dipinti di eccezionale fattura del XVII – XVIII secolo. Tutto con una caratteristica ‘vocazione marina’.
Top lot per Sironi, con La Grande Composizione, del 1948, proveniente dalla nave ‘Esperia’, stimata 220 – 280.000 euro. Sempre di Sironi troviamo Nove Composizioni, risalenti al dopoguerra, stimate 5-8.000 ciascuna. Presenti anche dieci dipinti di Savinio eseguiti nel 1949, una riflessione sui temi del mare, della terra, delle rocce, del cielo e delle divinità arcaiche, per una stima di 75-100.000 euro ciascuno. E ancora un grande dipinto di Antonio Corpora, Passaggio a Gibilterra, del 1964, stimato 22-26.000 euro, e la scultura in bronzo di Emilio Greco, Ritorno di Ulisse, del 1965, data per 40-60.000 euro.
Tra i dipinti antichi spiccano La tempesta in mare di Leonardo Coccorante (30-45.000 euro) e la Burrasca in mare di Marco Ricci (45-60.000), gemme pregiate risalenti alla fine del Seicento.
Infine, una sfilata di importanti pezzi di Maccari, Cassinari, Santomaso, Gentilini, Fiume, Tamburi e molti altri. Un tema classico, per un’immersione tra le immagini di maestri che sono, essi stessi, dei classici dell’arte italiana.

– Martina Gambillara

Esposizione Collezione d’Arte Tirrenia
15 novembre 2013, ore 18
Palazzo Caravita di Sirignano

Rione Sirignano 2, Napoli
www.blindarte.com

CONDIVIDI
Martina Gambillara
Martina Gambillara (Padova, 1984), laureata in Economia e Gestione dell'Arte, si è interessata fin dai primi anni dell'università al rapporto tra arte e mercato, culminato nella tesi Specialistica in cui ha indagato il fenomeno della speculazione nel mercato dell'arte cinese dell'ultimo decennio. Per passione personale si è costantemente dedicata all'osservazione dei risultati d'asta soprattutto del segmento di Arte Contemporanea, estrapolandone i trend e la correlazione con i mercati finanziari. In seguito il suo interesse si è spostato verso i mercati emergenti, da quello cinese scelto per la sua tesi, a quello sud-asiatico e mediorientale. Ha lavorato per gallerie, case d'asta e dal 2011 fa parte dello staff editoriale di Artribune.