Lo Strillone: da Mussolini a Marino, l’epopea di Via dei Fori su Quotidiano Nazionale. E poi Vittorio Sgarbi svela la magia di Pontormo, aumentano le gallerie ad Artefiera, Davide Rampello critica il progetto Grande Brera…

E fu così che nacque… Via dei Fori Pedonali! Primi bilanci su Quotidiano Nazionale per la chiusura al traffico dell’area più turistica di Roma, tra corsi e ricorsi storici: da Mussolini a Marino. Avvenire saluta la nuova Artefiera, che annuncia il 20% di gallerie in più rispetto all’anno scorso; La Stampa rende conto dei sei […]

Quotidiani
Quotidiani

E fu così che nacque… Via dei Fori Pedonali! Primi bilanci su Quotidiano Nazionale per la chiusura al traffico dell’area più turistica di Roma, tra corsi e ricorsi storici: da Mussolini a Marino. Avvenire saluta la nuova Artefiera, che annuncia il 20% di gallerie in più rispetto all’anno scorso; La Stampa rende conto dei sei pezzi di archeologia italica restituiti al MiBAC dal Dallas Museum. Poco chiare le procedure che li avevano portati oltreoceano.

Come Pontormo nessuno mai: dotta lezione sulla Maniera quella di Vittorio Sgarbi su Il Giornale. Fotografare le opere d’arte è essa stessa una forma d’arte se si ha la sensibilità di Aurelio Amendola, celebrato su Corriere della Sera. Wal alla Steccata e Gianni Caravaggio da Kaufmann Repetto nelle recensioni di Renato Barilli per L’Unità.

Il progetto Grande Brera? Piccolo piccolo! Così Davide Rampello su Panorama, contro la miopia dei privati e il passatismo delle istituzioni culturali milanesi. Marisa Merz alla Serpentine su L’Espresso, paralleli tra Artissima e Contemporary Istanbul su Sette.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.