La democrazia del disegno. Ecco come a New York avvicinano bambini e famiglie alla creatività: tante foto dalla giornata al Pratt Institute

Disegnare è un atto universale che definisce ciò che è fondamentalmente umano. Non solo amplia il nostro senso di comunità, o crea punti di contatto fra diverse culture, ma possiede anche la capacità di trasformare il tempo, lo spazio e le varie discipline. Organizzata dal Pratt Institute, una scuola di New York che vuol trasformare […]

Disegnare è un atto universale che definisce ciò che è fondamentalmente umano. Non solo amplia il nostro senso di comunità, o crea punti di contatto fra diverse culture, ma possiede anche la capacità di trasformare il tempo, lo spazio e le varie discipline. Organizzata dal Pratt Institute, una scuola di New York che vuol trasformare la passione degli studenti in un’espressione artistica ragionata, Drawing Democracies è un’insolita giornata dedicata nei giorni scorsi alla celebrazione del disegno. L’evento, gratuito, si è sviluppato all’interno dell’istituto di Brooklyn e nei 25 acri del suo campus, offrendo al pubblico la possibilità di mettersi alla prova con una vasta gamma di attività legate al disegno. Fra le attività, conversazioni a rotazione di due minuti ciascuna con artisti, curatori, studenti ed educatori per esplorare l’importanza del disegno; sessioni di disegno di soggetto all’aperto e in aula; open studios di più di 100 studenti di arti visive e digitali con nuovi lavori in vari media; proiezioni di film e video sul disegno. L’evento comprendeva tre spazi espositivi, dove le opere di professori e studenti erano messe sullo stesso piano espositivo così da enfatizzare il valore democratico dell’iniziativa.
È essenziale identificare nuovi approcci per rendere l’arte centrale per la comunità”, dice Aileen Wilson, direttrice di Art and Design Education a Pratt. “Questi workshop sono stati la chiave per portare i giovani del posto al campus, dandogli la possibilità di condividere uno spazio di produzione culturale sfocando i confini tra l’accademia e il quartiere”, aggiunge Borinquen Gallo. “Lavorare insieme ci ha permesso di espandere la definizione di arte e mondo dell’arte, innescando un processo di democratizzazione culturale dando la possibilità ai giovani di creare il proprio linguaggio tramite il disegno. Drawing Democracies focalizza l’attenzione su una definizione espansa di pratica artistica che include moduli partecipatori e considera la pedagogia come medium”.

– Ruqing Pan Bliss

CONDIVIDI
Ruqing Pan Bliss
Giornalista plurilingue (cinese, inglese, italiano), critica di arte contemporanea e New Media Strategist. Grazie a un percorso educativo che le ha permesso di vivere e studiare in Cina, Italia e Stati Uniti, ha sviluppato la sua carriera di giornalista e le sue competenze da scrittrice a New York, città dove si sente a casa da sempre.
  • Angelov

    LIKE