Francis Bacon verso i 100 milioni di dollari? Ferve l’attesa a New York per le aste di Contemporary Art di Christie’s e Sotheby’s

Francis Bacon contro Andy Warhol, Willem de Kooning contro Jeff Koons, Jean-Michel Basquiat contro Lucio Fontana. Il 12 e 13 novembre la piazza newyorchese si anima delle tanto attese aste autunnali Christie’s e Sotheby’s di Contemporary Art, che propongono quasi un miliardo di dollari in capolavori museali, alla ricerca di nuovi grandiosi record. Il 12 […]

Andy Warhol - Silver Car Crash Final

Francis Bacon contro Andy Warhol, Willem de Kooning contro Jeff Koons, Jean-Michel Basquiat contro Lucio Fontana. Il 12 e 13 novembre la piazza newyorchese si anima delle tanto attese aste autunnali Christie’s e Sotheby’s di Contemporary Art, che propongono quasi un miliardo di dollari in capolavori museali, alla ricerca di nuovi grandiosi record.
Il 12 novembre l’asta di Christie’s sarà guidata da un raro trittico di Francis Bacon, Three Studies of Lucian Freud, uno dei più iconici dipinti dell’artista, che ritrae un altro grande artista del XX secolo, nell’apice della loro relazione, realizzato nel 1969, 25 anni dopo il loro primo incontro. L’opera non è mai apparsa in asta e presenta una stima su richiesta, che tuttavia si vocifera si aggiri attorno ai 100 milioni di dollari e potrebbe essere l’aggiudicazione più alta della settimana. Christie’s vuole superare il record precedente dell’artista, battuto nel 2008 a $86 milioni. Stima su richiesta anche per il Gerhard Richter di Eric Clapton, Abstraktes Bild (809-1): la casa inglese l’anno scorso aveva venduto un’altra importante opera dell’artista tedesco, Abstaktes Bild (809-4), segnando un nuovo record a $34,2 milioni. Clapton acquistò tre opere di Richter nel 2001 da Sotheby’s, per il prezzo complessivo di $3.4 milioni, e questa singola opera potrebbe raggiungere i $18 milioni. Altro highlight di Christie’s è la scultura gigante di Jeff Koons, Ballon Dog, una della serie di 5, in arancio, stimata $35-55 milioni, ottimo candidato per battere il record del prezzo più alto per un artista vivente, che è detenuto da Richter.
Andy Warhol è presente in entrambe le vendite con opere iconiche e rare, come la magnifica Silver Car Crash (Double Disaster) che da Sotheby’s potrebbe oltrepassare i $60 milioni, avvicinandosi all’attuale record per l’artista. La tela è una dei quattro esemplari della serie, e l’unica ancora in mano privata. Da Christie’s un’iconica Coca-Cola del 1962, non una serigrafia ma un’opera dipinta a mano da Warhol, presentata con una stima di $40-60 milioni.
Da Sotheby’s troviamo un importante lavoro di Willem de Kooning, Untitled V, realizzato nell’anno cruciale del 1975, quando l’artista si riavvicinò verso la pittura dopo un periodo incentrato sulla scultura (stima $25-35 milioni). Scarseggiano dunque i nomi del panorama più strettamente contemporaneo. Nelle due Evening sale hanno trovato posto solamente giovani artisti come Dan Colen, The Bruce High Quality Foundation, Wade Guyton, Urs Fischer.

– Martina Gambillara

CONDIVIDI
Martina Gambillara
Martina Gambillara (Padova, 1984), laureata in Economia e Gestione dell'Arte, si è interessata fin dai primi anni dell'università al rapporto tra arte e mercato, culminato nella tesi Specialistica in cui ha indagato il fenomeno della speculazione nel mercato dell'arte cinese dell'ultimo decennio. Per passione personale si è costantemente dedicata all'osservazione dei risultati d'asta soprattutto del segmento di Arte Contemporanea, estrapolandone i trend e la correlazione con i mercati finanziari. In seguito il suo interesse si è spostato verso i mercati emergenti, da quello cinese scelto per la sua tesi, a quello sud-asiatico e mediorientale. Ha lavorato per gallerie, case d'asta e dal 2011 fa parte dello staff editoriale di Artribune.