Art Digest: a pranzo con Jake e Dinos (e Rothko). Il mio libro? È un murales. Il basco del catalano: vestivamo alla Picasso

“Noi non abbiamo mai sviluppato il nostro lavoro? Ma è la stessa critica che si potrebbe fare a Mark Rothko”. Il critico del Financial Times va a pranzo con Jake e Dinos Chapman: e ne esce un’intervista da non perdere… (ft.com) “I graffitisti hanno tutto il diritto di essere chiamati scrittori“. Parola di Arturo Pérez-Reverte, […]

Picasso arbiter elegantiarum

Noi non abbiamo mai sviluppato il nostro lavoro? Ma è la stessa critica che si potrebbe fare a Mark Rothko”. Il critico del Financial Times va a pranzo con Jake e Dinos Chapman: e ne esce un’intervista da non perdere… (ft.com)

I graffitisti hanno tutto il diritto di essere chiamati scrittori“. Parola di Arturo Pérez-Reverte, giornalista e romanziere spagnolo, che alla Street Art ha dedicato il suo ultimo romanzo… (abc.es)

È il primo centro dedicato all’arte contemporanea dell’Africa sub-sahariana, ad eccezione del Sud Africa. Nel Benin, nella città costiera di Ouidah, ha appena inaugurato lo Zinsou Foundation Museum, promosso dall’uomo d’affari franco-belga Lionel Zinsou… (lemonde.fr)

Gli intrecci tra arte a moda non finiscono di stupire. Ora dagli archivi dell’ICA di Londra escono documenti che testimoniano il boom dell’utilizzo del basco, dovuto ad alcune mostre dedicate a Pablo Picasso… (independent.co.uk)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.