A Milano si discute di collezionismo. Gemma Testa per Acacia, la galleria Massimo De Carlo e la Collezione Guggenheim: un incontro ai Frigoriferi Milanesi, primo step di un progetto di NABA e Open Care

Un’Accademia in costante fermento, la NABA. Tra i più interessanti punti di riferimento milanesi nel settore della formazione artistica, non solo per i molti corsi dal taglio contemporaneo, attraverso cui si articolano i dipartimenti di “Arti Visive, Performative e Multimediali”, “Design”, “Fashion Design”, “Comunicazione e Graphic design”; ma anche per il flusso di attività parallele, […]

Gemma Testa de Angelis

Un’Accademia in costante fermento, la NABA. Tra i più interessanti punti di riferimento milanesi nel settore della formazione artistica, non solo per i molti corsi dal taglio contemporaneo, attraverso cui si articolano i dipartimenti di “Arti Visive, Performative e Multimediali”, “Design”, “Fashion Design”, “Comunicazione e Graphic design”; ma anche per il flusso di attività parallele, da quelle laboratoriali a quelle teoriche, occasioni di approfondimento, di scambio creativo, di confronto con professionisti italiani ed internazionali.
È il caso del nuovo focus sulla realtà del collezionismo contemporaneo, organizzato in collaborazione con Open Care – Servizi per l’arte e col Corso Avanzato in Contemporary Art Market. Tre incontri, da novembre a gennaio, durante cui presentare libri freschi di stampa o indagini attuali, con tanto di discussione tra autori, esperti e collezionisti. Si inizia il 14 novembre con The Art Collecting Legal Handbook, a cura di Bruno Boesch e Massimo Sterpi, edito dalla londinese Thomson Reuters: un’opera nata nell’ambito del diritto dell’arte, utile a fare chiarezza intorno alle questioni di carattere legale, fiscale, doganale e assicurativo connesse alla circolazione delle opere nel mercato globalizzato. Intervengono l’avvocato Massimo Sterpi; Alessandra Donati dell’Università Milano Bicocca; Gemma Testa, Presidente di ACACIA; Philip Rylands, Direttore della Peggy Guggenheim Collection; Alberto Garutti, artista e docente all’Accademia di Brera; Pietro Vallone della Galleria Massimo De Carlo.

I Quaderni del collezionismo della Pinacoteca Agnelli
I Quaderni del collezionismo della Pinacoteca Agnelli

Il 12 dicembre è la volta del quarto volume della collana Quaderni del Collezionismo, a cura della Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli (Johan&Levi), pubblicazione in cui vengono raccolte le conversazioni tra collezionisti ospitate fin dal 2010 nella Sala di consultazione dell’istituto torinese: da lì sono passati, per discutere della loro passione, dei loro gusti, delle loro intuizioni, noti collezionisti italiani, a confronto con critici e galleristi. Per l’occasione, l’Accademia invita Marcella Pralormo, Direttore della Pinacoteca Agnelli; Marco Scotini, Curatore e direttore del dipartimento di Arti Visive NABA; Vincenzo de Bellis, Co-direttore di Peep-Hole e direttore artistico di miart; i due collezionisti Enea Righi ed Andrea Succo.
Ultimo appuntamento il 21 gennaio 2014, con Comprare arte in un Click? Collezionismo, mercato e nuove tecnologie, incontro coordinato da Maria Adelaide  Marchesoni di ArtEconomy24 – Il sole 24 ore: esperti e operatori del mercato analizzeranno il modo in cui internet sta cambiando le abitudini dei collezionisti, insegnando loro ad acquistare tramite shop on line e a visitare fiere, aste e gallerie virtuali.
La location è quella dei Frigoriferi Milanesi, sede di Open Care, e l’ingresso è gratuito, sempre alle 18.30

– Helga Marsala

Open Care – Servizi per l’arte (Frigoriferi Milanesi)
via Piranesi 10, Milano

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.
  • alessandro

    che noia…

  • paoletta

    alessandro è annoiato perché non lo hanno invitato a parlare…