Vedere la musica, ascoltare la fotografia. Titolo sinestetico per i ritratti di Cesare Cicardini: grandi star del pop, del rock, dell’elettronica. In mostra a Pescara

Lungo le sponde del fiume Pescara in Abruzzo, più precisamente a Spoltore, i luminosi mille metri quadri dello Spazio Di Paolo stanno per ospitare una nuova personale di Cesare Cicardini (1969, Milano), dal titolo Vedere la musica / Ascoltare la fotografia. Il progetto rientra in un programma più ampio che prevede un ciclo di sei […]

Ben Harper

Lungo le sponde del fiume Pescara in Abruzzo, più precisamente a Spoltore, i luminosi mille metri quadri dello Spazio Di Paolo stanno per ospitare una nuova personale di Cesare Cicardini (1969, Milano), dal titolo Vedere la musica / Ascoltare la fotografia. Il progetto rientra in un programma più ampio che prevede un ciclo di sei mostre all’anno, pianificate con lo scopo di promuovere e valorizzare la fotografia emergente contemporanea, avvicinando un pubblico più ampio e trasversale in una città come Pescara, da sempre ricca di energie, con una consolidata tradizione di artisti, gallerie e collezionisti.
Cicardini, sedotto dalle luci della ribalta, dal fattore palcoscenico e dalla misura in cui il ritmo musicale trasforma corpi ed espressioni dei talenti, sta per inaugurare un nuovo percorso fotografico. Ritratti di Ben Harper, Elio, Marlene Kuntz, Devendra Banhart, Black Keys – alcuni a colori, altri in bianco e nero – entreranno in dialogo con l’inedito tappeto sonoro site-specific dell’artista Igor Muroni. Inoltre, in collaborazione con i fotografi coinvolti, la galleria produrrà una tiratura speciale di un portfolio di cinque fotografie.

–  Ginevra Bria

“Cesare Cicardini. Vedere la musica / Ascoltare la fotografia”
A cura di Arianna Rosica e Damiano Gulli
4 ottobre – 29 novembre 2013
Spazio Di Paolo – Viale Europa, 129/E, 65010 Spoltore, Pescara
opening: 4 ottobre 2013, ore 19

CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. E’ specializzata in arte contemporanea latinoamericana. In qualità di giornalista, in Italia, lavora come redattore di Artribune e Alfabeta2. Vive e lavora a Milano.