Tutto il programma di Artecinema. Inaugurato a Napoli il festival su cinema e arti visive, con una folta selezione di titoli internazionali. Ecco come orientarvi, tra Arte, Architettura e Fotografia

Partita a Napoli la 18esima edizione di Artecinema, il festival internazionale dedicato all’incontro tra cinema e  arte contemporanea. Una rassegna ormai storica, ideata dalla gallerista Laura Trisorio  e in questo ventennio affermatasi come esempio colto e intelligente di cultura della contaminazione e della sperimentazione, capace di convogliare sulla piazza partenopea alcuni capolavori prodotti da Oriente […]

Gino De Dominicis nel 1970
Gino De Dominicis nel 1970

Partita a Napoli la 18esima edizione di Artecinema, il festival internazionale dedicato all’incontro tra cinema e  arte contemporanea. Una rassegna ormai storica, ideata dalla gallerista Laura Trisorio  e in questo ventennio affermatasi come esempio colto e intelligente di cultura della contaminazione e della sperimentazione, capace di convogliare sulla piazza partenopea alcuni capolavori prodotti da Oriente e Occidente. Sullo schermo del  Teatro Augusteo, per tre giorni di fila (11,12,13 ottobre 2013) si avvicenderanno raffinati ed avvincenti lungometraggi, corti e mediometraggi, dedicati alle storie, le opere, le vicende professionali e personali, ma anche alla ricerca cinematografica di grandi nomi della storia del Novecento e dell’attualità: documentari, film sperimentali, film biografici, film che vedono come protagonisti musei, architetture, città, temi sociali e riflessioni sull’estetica della contemporaneità.

Edward Hopper, Nighthwks, 1942
Edward Hopper, Nighthwks, 1942

Dai filmati sull’artista Edi Rama, Primo Ministro d’Albania ed ex sindaco di Tirana, che sta conducendo una battaglia culturale sul valore del cambiamento e il senso del bene comune, tra politica e pratica artistica, fino al caso del Museo itinerante MuMo, dedicato ai bambini, che ha coinvolto 16 artisti di fama internazionale – tra cui Maurizio Cattelan, John Baldessari, Daniel Buren, James Turrell, Ghada Amer e Chéri Samba – per lavorare sull’idea del vivere insieme. E poi ancra momenti di indagine e di narrazione intorno a figure iconiche come Gino De Dominicis, John Cage, Edward Hopper, Salvador Dalì.
Tra la valanga di nomi che vi troverete a fronteggiare, dovendo selezionare le proiezioni e organizzare le vostre visite al festival, vi diamo una mano noi con questa piccola sintesi. Un prospetto per orientarsi meglio attraverso le tre sezioni Arte e Dintorni, Architettura, Fotografia.


Venerdì 11 Ottobre

Architettura
17:00
Espaces Intercalaires
Damien Faure, Francia, 2012, 56′

Il documentario analizza i nuovi modelli di riferimento dell’architettura contemporanea, a fronte del sempre crescente aumento demografico e della altissima concentrazione nei centri urbani. Come può l’architettura fronteggiare questa sfida? Da qualche anno si è sviluppato in Giappone un importante fenomeno architettonico chiamato pets architecture: anziché sviluppare la città verso l’alto, gli architetti giapponesi cercano di ridefinire lo spazio esistente utilizzando ogni minima superficie residua.


Arte e Dintorni

18:15
Salvador Dalí, Genie tragi-comique
François Lévy-Kuentz, Francia, 2012, 52′

Chi era realmente Salvador Dalí? Un personaggio mediatico o uno dei più grandi pittori del XX secolo, oggi divenuto icona? Reazionario, anarchico e monarchico allo stesso tempo, capace di sfruttare il potere dei media, artista poliedrico, teorico della scienza, performer e poeta del surrealismo in pittura, Dalí viene raccontato e analizzato in questo film grazie a un attento sguardo sulla sua opera ma anche sulla sua complessa personalità.


Arte e Dintorni

19:30
Daniel Buren, Monumenta 2012
Gilles Coudert, Francia, 2013, 52′

Un documentario su Monumenta 2012, la grande mostra realizzata a Parigi da Daniel Buren: un’installazione site specific pensata per i 13.500 mq del Grand Palais con. I principali protagonisti dell’evento – tra cui l’architetto Patrick Bouchain, il musicista Alexandre Meyer, lo scrittore Guy Lelong – espongono le loro idee sul progetto e ne illustrano i punti chiave.


Fotografia

20:45
Photo Conceptuelle
Stan Neumann, Francia, 2013, 26′

A partire dagli anni Sessanta alcuni artisti d’avanguardia come Bruce NaumanJohn BaldessariJan DibbetsPeter Fischli & David WeissLiu Bolin, scelgono di utilizzare la fotografia come arma contro le “Belle Arti”: pediligono macchine fotografiche amatoriali, immagini con scarse pretese estetiche e una fotografia ricondotta alla sua espressione più genuina, elementare. Il film  fa parte della Collection Photo, una serie di 12 film ideata e diretta da Stan Neumann per ARTE.

 

Architettura
21:30
Unfinished Spaces
Alysa Nahmias e Benjamin Murray, Cuba, Stati Uniti, 2011, 86’

Nel 1961 Fidel Castro e Che Guevara commissionarono a tre giovani architetti, il cubano Ricardo Porro e gli italiani Vittorio Garatti e Roberto Gottardi, la progettazione a L’Avana delle Escuelas Nationales de Arte, dedicate alle arti plastiche, all’arte drammatica, alla danza e alla musica. L’ambizioso e visionario progetto venne però interrotto nel 1963 a seguito dell’embargo imposto dagli Stati Uniti. Dopo 40 anni Fidel Castro richiamò i tre architetti a terminare le loro opere, oggi nella lista del Patrimonio dell’umanità, ma ancora incompiute e decadenti.

 

Arte e Dintorni
23:15
Joan Miró: The Ladder of Escape
Carroll Moore, Stati Uniti, Spagna, 2012, 33′

Joan Miró era fortemente legato alla Catalogna, sua terra d’origine, impegnata nella lotta per l’indipendenza dalla Spagna ma allo stesso tempo era spinto dalla necessità di rifugiarsi in un mondo di assoluta libertà creativa. Questo documentario, girato tra Barcellona e la Catalogna, comprende interviste con personaggi del mondo dell’arte, riprese delle opere dell’artista, filmati e fotografie d’archivio ed è stato realizzato grazie alla HRH Foundation.


Sabato 12 Ottobre

Arte e Dintorni
17:00
Sol Lewitt
Chris Teerink, Olanda, 2012, 72′

Un film dedicato al grande Sol LeWitt (1928-2007), uno degli artisti americani più significativi del dopoguerra, capostipite dell’arte concettuale. Schivo, restio alle uscite pubbliche e alle interviste, LeWitt dava più importanza all’indagine teorica intorno all’opera, che non alla sua realizzazione, in una costante ricerca dell’essenza delle cose.


Architettura

18:30
Life Architecturally
Britt Arthur, Australia, 2011, 52′

Protagonisti sono l’architetto Robert McBride e la designer Debbie Ryan. Al centro dell’opera le tensioni legate alla realizzazione di loro vari progetti, fra cui la casa a spirale Klein Bottle House, premiata nel 2009 al Festival di architettura di Barcellona come migliore abitazione del mondo.

 

Arte e Dintorni
19:45
Les Aventures de Mumo, le Musée Mobile
Gilles Coudert, Francia, 2012, 72′

MuMo è un museo mobile finanziato da L’art à l’enfance, pensato per avvicinare i bambini all’arte contemporanea, installato in un container e trasportato su un apposito autocarro. Quando il container si apre, si trasforma in un museo con spazi distinti destinati alla pittura, alla scultura, all’installazione, alla fotografia, al video, al design. Gli artisti che hanno partecipato al progetto sono: Eija-Liisa Ahtila, Ghada Amer, John Baldessari, Daniel Buren, Maurizio Cattelan, Florence Doléac, Pierre Huygue, Jim Lambie, Claude Lévêque, Paul McCarthy, Farhad Moshiri, Cherry Samba, Roman Signer, James Turrell, Nari Ward, Lawrence Weiner.

 

Fotografia
21:15
Gregory Crewdson: Brief Encounters*
Ben Shapiro, Stati Uniti , 2012, 78′

Il fotografo newyorchese Gregory Crewdson allestisce i suoi set cinematografici con maniacale precisione, raccontando con scatti di una perfezione assoluta l’ambiente della provincia americana, tra luci ed ombre che si intersecano. Un’estetica che unisce  la forza simbolica e visionaria di Lynch e il genio descrittivo di Hopper. Questo film lo segue nel suo lavoro, durante le complicate fase dell’allestimento.

 

Arte e Dintorni
22:45
John Cage – Journeys In Sound
Alan Miller, Paul Smaczny, Germania, 2012, 60′

Un inventore di suoni o un abile improvvisatore? Uno scrittore o un anarchico? Un esperto di funghi o un esponente della performance art? Un maestro Zen o un cuoco? John Cage era tutto questo. Questo documentario, girato in America, Germania e Giappone, rende omaggio a uno dei più affascinanti compositori dell’avanguardia americana. Sono inclusi filmati d’archivio inediti, estratti da concerti e interventi di vecchi amici che raccontano storie e aneddoti sull’artista: tra questi Yoko Ono, David Tudor, Christian Wolff, Steffen Schleiermacher, Toshio Hosokawa, Mayumi Miyata, Calvin Tomkins.


Domenica 13 Ottobre

Architettura

17:00
Sagrada – El misteri de la creació
Stefan Haupt, Svizzera, 2012, 90′

La Sagrada Familia, capolavoro assoluto dell’architetto catalano Antoni Gaudí, è al centro di questo film, che ne racconta la storia. Una storia iniziata nel 1882, che attraversa gli orrori della guerra civile spagnola, durante la quale furono distrutti la maggior parte dei disegni originali, fino ad arrivare ai nostri giorni. Tra immagini d’archivio e testimonianze di architetti, costruttori, artigiani, storici, teologi che hanno preso parte al progetto, nonché dei figli dell’assistente di Gaudí, la vicenda di questo progetto, ancora incompiuto, prende forma e si arricchisce di dettagli.

 

Fotografia
18:45
Hot Spots: Martin Parr in the american south
Neal Broffman, Stati Uniti, 2012, 30′

 

Il film segue Martin Parr, uno dei più prolifici e controversi fotografi dell’agenzia Magnum, alle prese con il lavoro commissionatogli dall’High Museum of Art di Atlanta. Le riprese iniziano al Cactus Car Wash, l’autolavaggio su Ponce de Leon Avenue dove c’è una corsa frenetica a lavare, asciugare e lucidare le cromature. Da quel primo click fino all’Atlanta Steeple Chase sei mesi più tardi, Parr si muove attraverso il paesaggio di Atlanta alla ricerca di nuovi scatti, guidato sempre dall’istinto e dall’umorismo che lo contraddistinguono.

 

Arte e Dintorni
19:30
L’immortale (Gino De Dominicis)*
Giorgio Treves, Italia, 2011, 49′

L’universo, il mistero e l’opera di Gino De Dominicis, uno dei più importanti e geniali artisti italiani della seconda metà del Novecento, ricostruiti attraverso molte delle sue opere e le testimonianze di critici, amici e collezionisti, come Achille Bonito Oliva, Maurizio Calvesi, Vittorio Sgarbi, Fabio Sargentini, Fabrizio Lemme, Italo Tomassoni.

 

Arte e Dintorni
20:45
Save the Icon – Roxy In The Box
Roxy in the Box, Italia, 2013, 11′

Attraverso il progetto Save the Icon, l’artista napoletana Roxy in the Box fa rivivere sul suo stesso corpo il mito di Elvis Presley. Un modo per far riflettere lo spettatore intorno all’inesorabile avanzare di un “mondo liquido” che scorre sempre più veloce e svende le icone trasformandole in T-shirt.

 

Arte e Dintorni
21:00
La Crucifixion, le scandale sacré
Olivier Besse, Francia, 2012, 58′

Questo film è il frutto di una ricerca svolta in vari paesi su come si sia evoluta la rappresentazione della crocifissione. La distruzione della foto di Andres Serrano Immersion Piss Christ, o le controversie provocate dall’installazione di Paul Fryer Pietà, nella cattedrale di Gap, testimoniano la complessità del tema e l’alto livello di sensibilità sociale connesso. Com’è giunta la Chiesa a farne un’immagine sacra e il simbolo più potente del cristianesimo? Perché si è dovuto aspettare il XX secolo per vedere gli artisti utilizzare questo simbolo a modo loro, spesso in chiave trasgressiva e non convenzionale?

 

Arte e Dintorni
22:15
La toile blanche d’Edward Hopper
Jean-Pierre Devillers, Francia, Olanda, 2012, 52′

Realizzato nel 1942 dall’artista americano Edward Hopper (1882-1967), il noto dipinto Nighthawks è diventato un simbolo della cultura americana. Attraverso materali d’archivio ed estratti di interviste, il documentario descrive il senso di attesa e di solitudine trasmesso dall’opera, come anche da tutto l’immaginario di Hopper: il lato oscuro del sogno americano vive in queste immagini sospese, immerse in una quiete perfetta, eppure colme di inquietudine e di malinconia. Il film indaga a personalità complessa e l’indipendenza intellettuale di un pittore che, pur immerso nell’arte del suo tempo, rifiutava i limiti imposti dall’arte moderna americana, orientata allora verso l’astrazione.

http://www.artecinema.com

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.