Tomografie d’Arte Contemporanea. Si presenta a Roma la collana editoriale di Exorma: un artista e un critico si incontrano in 120 pagine

La città è Roma, la sede Palazzo Poli (che ospita una parte dell’Istituto Nazionale per la Grafica), la data il 4 ottobre (dalle 17.30 alle 19.30). Appuntamento editorial-libresco per conoscere meglio la collana TAC – Tomografie d’Arte Contemporanea, edita da Exòrma e curata da Michela Becchis. L’impostazione dei volumi è semplice: un artista e un […]

La città è Roma, la sede Palazzo Poli (che ospita una parte dell’Istituto Nazionale per la Grafica), la data il 4 ottobre (dalle 17.30 alle 19.30). Appuntamento editorial-libresco per conoscere meglio la collana TAC – Tomografie d’Arte Contemporanea, edita da Exòrma e curata da Michela Becchis. L’impostazione dei volumi è semplice: un artista e un critico si incontrano e in circa 120 pagine l’uno si racconta all’altro, che ha la funzione di facilitatore, sparring partner, interprete e magari anche provocatore. Finora sono stati pubblicati cinque volumi, due dei quali dedicati a protagonisti dell’ultima Biennale di Venezia, rispettivamente al Padiglione di Italia (Francesco Arena) e Cile (Alfredo Jaar) e in dialogo con Elena Del Drago e Lorenzo Fusi. I tre restanti vedono confrontarsi Arianna Di Genova con Mandana Moghaddam, Francesco Franco con Baldo Diodato e, recentissima uscita, Oscar Cosulich con Vittorio Giardino, in uno “sconfinamento” in area illustrazione/fumetto.
La pregevole veste grafica e una sezione di opere riprodotte a colori nel mezzo arricchiscono queste particolari monografie. E poi c’è il contenuto aggiuntivo, che si consulta liberamente su Youtube: video in cui l’artista si confronta con un personaggio della cultura e della politica sul proprio lavoro. Imperdibile Francesco Arena in coppia con Fausto Bertinotti, oltre a Baldo Diodato vs Ascanio Cinquepalmi e Mandana Moghaddam vs Azra Nuhefendic.

– Marco Enrico Giacomelli

www.exormaedizioni.com
www.youtube.com/user/exormaedizioni

CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014), "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (Paris 2016, con Arianna Testino). In qualità di traduttore, ha pubblicato testi di Deleuze, Revel, Augé e Bourriaud. Nel 2014 ha curato la mostra (al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano) e il libro (edito da Marsilio) "Achille Compagnoni. Oltre il K2". Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Redige (insieme a Massimiliano Tonelli) la sezione dedicata all'arte contemporanea del rapporto annuale "Io sono cultura" prodotto dalla Fondazione Symbola. Insegna alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.