Quando la letteratura racconta l’arte contemporanea. All’hotel Locarno di Roma Otto Zoo mette in vetrina quattro artisti e quattro scrittori. Dialoghi inediti, tra pagine e installazioni

Immagini e parole, arte visiva e letteratura. E poi la strada, come luogo comune e speciale in cui mettere in scena il dialogo. Tutto questo è O.Z., nuovo progetto romano della galleria Otto Zoo, realizzato in collaborazione con l’Hotel Locarno e con la cura di Ilaria Gianni. Otto mesi di lavoro, quattro tappe e due […]

Sebastiano Mauri, Gods Versus Aliens, 2013 mixed media, 55x30x65 cm - courtesy Otto Zoo

Immagini e parole, arte visiva e letteratura. E poi la strada, come luogo comune e speciale in cui mettere in scena il dialogo. Tutto questo è O.Z., nuovo progetto romano della galleria Otto Zoo, realizzato in collaborazione con l’Hotel Locarno e con la cura di Ilaria Gianni. Otto mesi di lavoro, quattro tappe e due vetrine in Via della Penna, messe a disposizione dall’albergo partner. Vetrine che diventano aperture impreviste, spazi di dialogo, parentesi in cui ambientare dei racconti incrociati: qui troveranno posto, volta per volta, quattro installazioni site-specific, affiancate dai testi inediti di altrettanti scrittori, come a sperimentare una pratica  di conversazione obliqua, fatta di riflessi, corrispondenze, tangenze, distanze.
Si parte lunedì 28 ottobre, alle 19, con Sebastiano Mauri ed Elena Stancanelli. Fino al 15 dicembre saranno visibili nei due spazi a vetri le due opere della serie Gods versus Aliens, concepite da Mauri per l’occasione: incontri-scontri tra dèi ed alieni, per affrontare il tema dell’alterità, del conflitto tra ideologia e realtà e della lotta contro il dogma, in un pantheon immaginario collocato tra dottrina e leggenda. Le parole di Stancanelli, parallele ed evocative, daranno forma verbale ai personaggi dell’installazione, attualizzando storia e concetti.
Il dialogo contemporaneo tra affabulatori e visionar  proseguirà poi con le altre tre coppie: Serena Vestrucci e Vincenzo Latronico, Maria Morganti e Matteo Nucci, T-yong Chung e Francesco Pacifico.

– Helga Marsala

O.Z.
Primo episodio: Sebastiano Mauri- Elena Stancanelli
Opening: 28 ottobre 2013, ore 19
Via della Penna, 59 – Roma

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.