Quando il carcere fa bene (al design). A Milano il Triennale DesignCafé mette in mostra le opere di Artwo, realizzate dai detenuti di Rebibbia: ecco le immagini del backstage

Un percorso sul Design delle cose, selezionatissimo ma decisamente, engagé. Oggetti concepiti come “riutilizzi” da parte dei sedici nomi del design internazionale invitati, da Mendini a Ulian, da Della Ratta a Guerriero, con idee arrivate collaborando con i detenuti della Casa Circondariale di Rebibbia. Tutto questo è Recupero, titolo scelto da Valia Barriello – sì, […]

Un percorso sul Design delle cose, selezionatissimo ma decisamente, engagé. Oggetti concepiti come “riutilizzi” da parte dei sedici nomi del design internazionale invitati, da Mendini a Ulian, da Della Ratta a Guerriero, con idee arrivate collaborando con i detenuti della Casa Circondariale di Rebibbia. Tutto questo è Recupero, titolo scelto da Valia Barriello – sì, proprio la boss del design su Artribune – con Silvana Annicchiarico, direttrice del Triennale design Museum, per la mostra proposta a Milano dal Triennale DesignCafé.
Negli spazi conviviali del museo i sedici progetti (sedute, suppellettili, vasi, centrotavola, lampade, orologi e via discorrendo) raccontano l’iter dell’associazione Artwo, fondata da Luca Modugno nel 2005, impegnata nella realizzazione di oggetti in edizione limitata. Ciascuno dei manufatti, che sia in attesa di patronage industriale o meno, è stato composto da artisti e designer contemporanei per poi essere realizzato dai detenuti della Casa Circondariale di Rebibbia – Nuovo Complesso a Roma. Qui Artwo ha organizzato un laboratorio con gli strumenti necessari alla produzione degli oggetti e ha predisposto un periodo di formazione per i detenuti che hanno avuto modo di incontrare i creativi coinvolti.
In questa occasione milanese, la curatrice – con la collaborazione di Olga Bachschmidt – ha scelto di approfondire il tema del recupero funzionale di oggetti d’uso comune dismessi e di prodotti semilavorati, coinvolgendo nomi noti e nomi emergenti del design internazionale come – oltre a quelli citati – Massimiliano Adami, Riccardo Dalisi, Sara Ferrari, Yonel Hidalgo. Nella gallery, immagini dal backstage…

– Ginevra Bria

Inaugurazione: martedì 29 ottobre 2013 – ore 19
Dal 29 ottobre al 15 dicembre 2013
Recupero – Artwo: dentro e fuori le mura
Triennale DesignCafé
A cura di Valia Barriello
www.triennale.org

CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. E’ specializzata in arte contemporanea latinoamericana. In qualità di giornalista, in Italia, lavora come redattore di Artribune e Alfabeta2. Vive e lavora a Milano.