Paris Updates: primo fotoreport dalla preview di Fiac. Clima positivo al Grand Palais, atmosfera très chic: e la “gara” con Frieze si fa interessante

Prime immagini, primissime impressioni. Niente da dire, la Fiac – fiera parigina che oggi pomeriggio ha aperto le porte per una riservata preview – sembra partire già in vantaggio nella “gara” su Frieze, appena conclusasi a Londra. Stand importanti con diversi specif projects. Fiac si presenta sempre più come una fiera di altissimo livello, grandi […]

Prime immagini, primissime impressioni. Niente da dire, la Fiac – fiera parigina che oggi pomeriggio ha aperto le porte per una riservata preview – sembra partire già in vantaggio nella “gara” su Frieze, appena conclusasi a Londra. Stand importanti con diversi specif projects. Fiac si presenta sempre più come una fiera di altissimo livello, grandi artisti, opere imponenti, estrose e di notevole qualità, il tutto unito ad un’atmosfera molto chic. Per entrare nei dettagli, e per considerazioni più contestualizzate, ci sarà occasione: ora vi lasciamo la primissima fotogallery…

– Geraldine Zodo

  • Angelov

    Si diceva “il troppo stroppia”, ed in questa Fiera, espressione della Grandeur Francese, che ricorda quelle degli “oh bej oh bej” d’un tempo andato, dove cittadini frastornati rimanevano sbigottiti e a bocca spalancata di fronte a tali meraviglie, ed esclamavano appunto “oh che belli oh che belli”, non resta che chinare il capo in segno di sconfitta, di fronte ad una completa vittoria della industrializzazione dell’arte, dove al singolo spettatore non è dato identificarsi, ma solo costeggiare in qualità di turista culturale o passivo voyeur.