London Updates: fra una fiera e l’altra, quattro passi al Frieze Sculpture Park. Che quest’anno sceglie anche a Frieze Masters: ecco foto e video…

A dispetto delle previsioni meteo più funeste, quest’anno la settimana londinese di Frieze pare voler regalare più di qualche sprazzo di bel tempo, addirittura di sole. E allora il break ideale degli art maniacs più incalliti, quelli che si consumano la vista pur di non perdere nemmeno uno stand delle tante fiere, è fra il […]

A dispetto delle previsioni meteo più funeste, quest’anno la settimana londinese di Frieze pare voler regalare più di qualche sprazzo di bel tempo, addirittura di sole. E allora il break ideale degli art maniacs più incalliti, quelli che si consumano la vista pur di non perdere nemmeno uno stand delle tante fiere, è fra il verde del Frieze Sculpture Park.
Notevole lo sforzo organizzativo e di sorveglianza che la fiera pone in essere per la riuscita di questo evento: a differenza di Frieze New York, infatti, qui siamo in un frequentatissimo parco pubblico, vissuto e usato quotidianamente dalla città. Ovvia dunque la necessità di un grande spiegamento di sorveglianti e di cartelli “don’t touch”.

Per il secondo anno lo coordina Clare Lilley, direttrice dello Yorkshire Sculpture Park, e quest’anno per la prima volta vi convergono sculture di grandi dimensioni provenienti anche da Frieze Masters. I nomi? Da Helen Chadwick a Elmgreen & Dragset, Jeppe Hein, Joan Miró, Oscar Murillo, Jaume Plensa, Yinka Shonibare, David Shrigley, Bernar Venet, Rachel Whiteread. Un museo nel verde, che vi raccontiamo con fotogallery e video…