London Updates: dopo Christie’s con Saatchi, Sotheby’s festaggia la Frieze week con la tradizionale Italian Sale. Occhi puntati su Burri, Severini, Morandi e Fontana

Accanto a Christie’s con la sua Evening sale di Arte Contemporanea, di cui si è già parlato, il 17 ottobre ci sarà anche Sotheby’s a officiare l’asta più importante dell’anno dedicata ai capolavori italiani, giunta alla sua quindicesima edizione e stimata 13.3 milioni di sterline. Una selezione di una cinquantina di opere per la XX […]

Lucio Fontana, Concetto spaziale, 1961-62

Accanto a Christie’s con la sua Evening sale di Arte Contemporanea, di cui si è già parlato, il 17 ottobre ci sarà anche Sotheby’s a officiare l’asta più importante dell’anno dedicata ai capolavori italiani, giunta alla sua quindicesima edizione e stimata 13.3 milioni di sterline. Una selezione di una cinquantina di opere per la XX Century Italian sale, dal Futurismo all’Arte Povera, con alcune opere provenienti dalla collezione di Stanley J. Seeger come un Burri del 1954 acquistato dal collezionista nell’anno seguente, Bianco – Rosso, stimato £400-600mila. Fra le opere futuriste, Passo di Ballo del 1913 di Gino Severini, stimato £200-250mila, dedicata al suo tema più conosciuto, quello della Danza in movimento. In catalogo anche una Natura Morta di Giorgio Morandi del 1952, stimata £700-900mila e vari esempi di Lucio Fontana, come Concetto Spaziale, L’Inferno, dalla serie Opere Barocche, uno dei quattro esemplari a forma di rombo del 1956 (stima £700mila-1.000.000) e Concetto spaziale de1961-62, un capolavoro della serie degli Olii dal colore giallo, stimato £1-1,4 milioni.
A seguire l’asta Contemporary Art composta da 49 lotti stimati £22.8 milioni, in cui spicca una delle opere più spettacolari di Andreas Gursky, Paris Montparnasse, stimata £1-1.5 milioni e per la prima volta in asta. L’opera del 1993 ha suscitato scandalo per un quotidiano tedesco a causa della sua provenienza, la Deutsche Telekom: secondo il giornale l’azienda non dovrebbe trarne profitto ma donarlo ad un museo statale. Tra gli altri highlights Ornamental Despair (Painting for Ian Curtis) after Chris Foss, di Glenn Brown, stimato £2-3 milioni, un omaggio al pionieristico illustratore di fantascenza Chris Foss e al cantante dei Joy Division Ian Curtis. Per la prima volta in asta Abstraktes Bild di Gerhard Richter dell’anno cruciale 1994, stimato £1.5-2milioni.

Dopo il successo delle aste di Hong Kong, Sotheby’s offrirà a Londra una selezione di opere di artisti cinesi tra cui Zhang Xiaogang e Zeng Fanzhi, in asta con un’opera della serie Masks, n° 26, stimata £1.2-1.5milioni. Ricordiamo che a inizio ottobre l’opera della stessa serie L’ultima cena è stata battuta per la cifra record di $23.3 miilioni ad Hong Kong. Per Zhang Xiaogang uno dei suoi soggetti più riconoscibili, Bloodline: Sister and Brother, stimato £600-800mila, dipinto nel 1996, un anno dopo la sua partecipazione alla Biennale di Venezia. Mancano pezzi da novanta dei grandi nomi del secondo novecento (riservati alla piazza newyorchese), ma in compenso il catalogo si presenta molto giovane, con nomi quali Wade Guyton, Peter Doig, Nate Lowman, Alex Hubbard, Oscar Murillo.

– Martina Gambillara

CONDIVIDI
Martina Gambillara
Martina Gambillara (Padova, 1984), laureata in Economia e Gestione dell'Arte, si è interessata fin dai primi anni dell'università al rapporto tra arte e mercato, culminato nella tesi Specialistica in cui ha indagato il fenomeno della speculazione nel mercato dell'arte cinese dell'ultimo decennio. Per passione personale si è costantemente dedicata all'osservazione dei risultati d'asta soprattutto del segmento di Arte Contemporanea, estrapolandone i trend e la correlazione con i mercati finanziari. In seguito il suo interesse si è spostato verso i mercati emergenti, da quello cinese scelto per la sua tesi, a quello sud-asiatico e mediorientale. Ha lavorato per gallerie, case d'asta e dal 2011 fa parte dello staff editoriale di Artribune.