Lo Strillone: Asterix “invade” la Biblioteca Nazionale di Parigi su La Stampa. E poi preraffaelliti all’asta, Jan Fabre protagonista a Roma, interista all’inventore di Photoshop…

Sarà il crescente consenso nei confronti di Marine Le Pen, ma l’ingresso di Asterix – per una mostra, la sua prima – alla Biblioteca Nazionale di Parigi diventa su La Stampa occasione per riflessioni tutt’altro banali sul concetto di identità e nazionalismo. Sul concetto di icona si muove  anche La Repubblica: all’asta a Londra la […]

Quotidiani
Quotidiani

Sarà il crescente consenso nei confronti di Marine Le Pen, ma l’ingresso di Asterix – per una mostra, la sua prima – alla Biblioteca Nazionale di Parigi diventa su La Stampa occasione per riflessioni tutt’altro banali sul concetto di identità e nazionalismo. Sul concetto di icona si muove  anche La Repubblica: all’asta a Londra la Proserpina di Dante Gabriel Rossetti, immagine simbolo dei preraffaelliti.

Fitta di appuntamenti l’agenda romana: L’Unità e Quotidiano Nazionale salutano il doppio Jan Fabre, in mostra al MAXXI e in performance al Teatro Eliseo; Il Fatto Quotidiano visita invece il Festival della Fotografia. Dagli scatti reali a quelli impossibili: Matteo Sacchi intervista su Il Giornale John Knoll. Chi è costui? Il papà di Photoshop. E ha qualcosa da dire sul concetto di immagine nell’età contemporanea…

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.