Lo Strillone: 400 euro per un’ora a tu per tu con Canaletto, Il Giornale anticipa la mostra (forse) più cara di sempre. E poi Duchamp a Roma, restauri per il borgo natale di Manuzio, lettue critiche per il Leonardo scoperto da Sette…

È aperta h24, ma te la fanno pagare cara e salata! Il Giornale sbircia al botteghino della mostra che da novembre riporta dopo quasi trecento anni in laguna L’entrata nel Canal Grande dalla Basilica della Salute di Canaletto: ticket a 35 euro, ma si arriva fino a 400 per restare soli, di notte, a cospetto […]

Quotidiani
Quotidiani

È aperta h24, ma te la fanno pagare cara e salata! Il Giornale sbircia al botteghino della mostra che da novembre riporta dopo quasi trecento anni in laguna L’entrata nel Canal Grande dalla Basilica della Salute di Canaletto: ticket a 35 euro, ma si arriva fino a 400 per restare soli, di notte, a cospetto del quadro. Decisamente più accessibili i ready-made di Duchamp da oggi alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma: la preview su La Stampa.

A duecento anni dalla scomparsa Parma celebra con una mostra monumentale il principe dei tipografi: La Repubblica in Emilia per l’omaggio a Giambattista Bodoni. Di pionieri della stampa si occupa anche Corriere della Sera, vicenda virtuosa quella del restauro del borgo medievale di Bassiano, città natale di Aldo Manuzio.

Echi leonardeschi su Quotidiano Nazionale, con Nicola Barbatelli che dice la sua sull’autenticità del ritratto di Isabella d’Este svelato da Sette; nessun dubbio, intanto, sulla firma degli oltre cinquanta disegni del genio di Vinci in mostra a Venezia. Lezioni d’arte del lunedì su Il Fatto Quotidiano, Tomaso Montanari rivela ai più piccoli le meraviglie del Pontormo.

Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

 

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.