Lo Strillone: gli eredi di Renoir arrabbiati su La Stampa per l’asta che mette in vendita le foto di famiglia. E poi Maroni vuole una Capitale Europea della Cultura in Lombardia, Leonardo ingegnere in mostra a Milano, sempre più arte nella metro di Napoli…

Vabbè vendere i quadri, ma le foto di famiglia proprio no! Su La Stampa la crociata da parte del bisnipote di Renoir, inviperito per l’asta che mette all’incanto le immagini dell’avo ritratto sul letto di morte. E pure la sua corrispondenza con amici e parenti. Bergamo o Mantova poco importa, purché sia lümbard! Roberto Maroni […]

Quotidiani
Quotidiani

Vabbè vendere i quadri, ma le foto di famiglia proprio no! Su La Stampa la crociata da parte del bisnipote di Renoir, inviperito per l’asta che mette all’incanto le immagini dell’avo ritratto sul letto di morte. E pure la sua corrispondenza con amici e parenti.

Bergamo o Mantova poco importa, purché sia lümbard! Roberto Maroni su Libero veste i panni dello sponsor per le candidature a Capitale Europea della Cultura 2019. Nostalgie rinascimentali a Milano: Avvenire presenta il Leonardo ingegnere, in mostra con il Codice Atlantico alla Ambrosiana; su Quotidiano Nazionale il nuovo stile delle visite guidate al Castello Sforzesco, con rievocazione della vita di corte.

La metropolitana più bella d’Europa amplia il proprio tracciato. Stanziamenti milionari su Il Fatto Quotidiano per ingrandire il progetto della subway alla napoletana, con ovvia implementazione del premiato progetto che porta l’arte contemporanea nelle stazioni.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala   

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.