Lo Strillone: gli alberi in bronzo di Penone al Madison Square Park e su La Stampa. E poi il progetto dimenticato di Alvar Aalto per Pavia, Arturo Martini in mostra a Bologna e Faenza, Milo Manara ceramista…

Dopo Kassel è la volta di New York: La Stampa accompagna gli alberi in bronzo di Penone nella Grande Mela, per il selling show bandito da Sotheby’s al Madison Square Park. Corriere della Sera e La Repubblica tra Bologna e Faenza per la maxi-mostra dedicata ad Arturo Martini; di tutti i coccodrilli dedicati alla memoria […]

Quotidiani
Quotidiani

Dopo Kassel è la volta di New York: La Stampa accompagna gli alberi in bronzo di Penone nella Grande Mela, per il selling show bandito da Sotheby’s al Madison Square Park. Corriere della Sera e La Repubblica tra Bologna e Faenza per la maxi-mostra dedicata ad Arturo Martini; di tutti i coccodrilli dedicati alla memoria di Bonalumi il più accorato porta, su Il Giornale, la firma di Mimmo Di Marzio.

Un intero quartiere firmato da Alvar Aalto, modello di edilizia d’autore ispirato alle onde flessuose del Ticino: avrebbe potuto essere ma non è stato. Su Avvenire la mostra che a Pavia documenta un progetto mai realizzato. Milo Manara ceramista per Del Conca su Libero; gli iperrealismi di Patrizia Zara in mostra a Milano e su Quotidiano Nazionale.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.