Istanbul Updates: in barba alle difficoltà, alla biennale si affianca anche una nuova fiera d’arte contemporanea internazionale. Con cinque gallerie italiane

Con soli due mesi di scarto rispetto alla ormai affermata Contemporary Istanbul, che taglierà questo novembre il traguardo dell’ottava edizione, la fiera ArtInternational Istanbul esordisce oggi – 15 settembre – con grandi aspettative, ma anche qualche perplessità e preoccupazione degli operatori di settore, dovute chiaramente all’instabilità della situazione turca. Allestita nel centro congressi Haliç, sulla […]

Con soli due mesi di scarto rispetto alla ormai affermata Contemporary Istanbul, che taglierà questo novembre il traguardo dell’ottava edizione, la fiera ArtInternational Istanbul esordisce oggi – 15 settembre – con grandi aspettative, ma anche qualche perplessità e preoccupazione degli operatori di settore, dovute chiaramente all’instabilità della situazione turca. Allestita nel centro congressi Haliç, sulla sponda orientale del Corno d’Oro, la fiera accoglie una sessantina di gallerie di arte contemporanea provenienti da Turchia, Medio Oriente, Europa e Stati Uniti.
Tra le italiane, la Louise Alexander Gallery di Porto Cervo, le veneziane Massimodeluca e Contini, la Galleria S.A.L.E.S di Roma, e la milanese OTTO ZOO. In programma anche una mostra di sculture monumentali a cielo aperto, nel molo antistante la fiera, una selezione di nuovi lavori provenienti da realtà no-profit di Istanbul e una serie di video proiezioni di artisti scelti tra le gallerie partecipanti. Ecco qualche foto dal vernissage…

– Marta Pettinau

CONDIVIDI
Marta Pettinau
Marta Pettinau nasce ad Alghero nel 1984, dove al momento vive e lavora. Ma con la valigia in mano. Laureata a Sassari in Scienze dei Beni Culturali, ha conseguito nel 2011 la laurea specialistica in Progettazione e Produzione delle Arti Visive presso lo IUAV di Venezia, con una tesi dal titolo “La Biennale Internazionale di Istanbul. Storia, luoghi, esiti di una biennale post-periferica”. Co-curatrice del progetto RI-CREAZIONE per 1:1projects, a Roma, nel 2009; nello stesso ha curato la collettiva Verso Itaca presso Metricubi, a Venezia. Ha collaborato con l’ufficio stampa del Festival dell’Arte Contemporanea di Faenza. Ora è curatrice indipendente e giornalista freelance.