Istanbul updates: è questa l’opera più di impatto della Biennale di Istanbul? Ecco la Spagna che celebra il suo funerale nel video di Jorge Galindo e Santiago Sierra

Un lavoro di grande risultato nella scelta amara dei temi, nella selezione sonora, nel bianco e nero retorico ed evocativo. Una serie di vetture di rappresentanza, delle mercedes nere come quelle dei funerali, portano in giro lungo la Gran Vìa, la strada principale di Madrid, dei ritratti sottosopra di tutti i capi del governo spagnolo […]

Jorge Galindo e Santiago Sierra

Un lavoro di grande risultato nella scelta amara dei temi, nella selezione sonora, nel bianco e nero retorico ed evocativo. Una serie di vetture di rappresentanza, delle mercedes nere come quelle dei funerali, portano in giro lungo la Gran Vìa, la strada principale di Madrid, dei ritratti sottosopra di tutti i capi del governo spagnolo dopo la caduta di Francisco Franco: da Adolfo Suàrez fino all’attuale Mariano Rajoy passando per Leopoldo Calvo-Sotelo, Felipe Gonzàles, José Maria Aznar e Luis Zapatero. Tutti capeggiati dal ritratto, sempre capovolto, del Re Juan Carlos di Borbone all’unisono al suono della marcia sovietica e sotto lo sguardo austero delle più identificabili architetture franchiste.

Un j’accuse durissimo contro i potenti della Spagna democratica post-franchista visti dalla coppia Jorge Galindo e Santiago Sierra (il video si intitola Los Encarcados ed è stato prodotto nel 2012 dalla gallerista Helga de Alvear) come autentici responsabili in solido della debacle economica che il paese iberico sta vivendo. Un video molto tempestivo anche oggi a Istanbul visto il momento storico che vede i rapporti tra cittadini e governo ad una svolta decisiva. Madrid e Istanbul unite nell’essere, in modo diverso, due metropoli capovolte della contemporaneità.