In palio, il Castello di Rivoli. Sempre più prestigiosa la posta per il Premio Illy Present Future ad Artissima: ecco artisti e gallerie in corsa

Artissima che vai, Present Future che trovi. Torna a Torino dal 7 novembre la sezione realizzata in collaborazione con illycaffè e dedicata all’arte emergente. Con qualche novità, destinata ad arricchire il programma di questo tredicesimo appuntamento che vede l’incontro tra il brand molto noto tra i coffee addicts e la kermesse savoiarda. Il “core” è […]

Krist Gruijthuijsen, membro del comitato del premio

Artissima che vai, Present Future che trovi. Torna a Torino dal 7 novembre la sezione realizzata in collaborazione con illycaffè e dedicata all’arte emergente. Con qualche novità, destinata ad arricchire il programma di questo tredicesimo appuntamento che vede l’incontro tra il brand molto noto tra i coffee addicts e la kermesse savoiarda. Il “core” è sempre lo stesso, proporre una selezione di artisti emergenti, indicata da un team di curatori internazionali (Luigi Fassi, coordinatore del comitato, Alex Gartenfeld, Krist Gruijthuijsen, Robert Leckie, Qinyi Lim, Alice Motard, Raven Row), presentata dalle gallerie di riferimento in un’area dedicata della fiera. Saranno 24 quest’anno i progetti selezionati con opere site specific ed inediti pensati proprio per l’occasione che, come di consueto, sarà “oggetto” del Premio Illy Present Future, che offrirà ai vincitori l’occasione di una mostra nelle stanze del Castello di Rivoli. La giuria che assegnerà il Premio illy Present Future 2013 durante Artissima sarà composta da Defne Ayas, Matthew Higgs, Beatrice Merz e Joanna Mytkowska.
Saranno invece in lizza per il premio Caroline Achaintre (galleria ARCADE, London), Xavier Antin (CRÈVECOEUR, Paris), Alessandro Balteo Yazbeck (GREEN ART, Dubai), Andy Boot (EMANUEL LAYR, Vienna), Fatma Bucak (ALBERTO PEOLA, Torino), Giulia Cenci ( SPAZIOA, Pistoia), Patrizio Di Massimo (T293, Napoli, Roma), Alfredo Esquillo, Jr (TIN-AW ART, Makati City), Josh Faught (LISA COOLEY, New York), Charles Harlan (JTT, New York), Adelita Husni-Bey  (LAVERONICA, Modica), Yee I-Lann (MAP KL, Kuala Lumpur), Ella Kruglyanskaya (KENDALL KOPPE, Glasgow), Jumana Manna (CRG, New York), Christoph Meier (COLLICALIGREGGI, Catania), Ceren Oykut (X-IST, Istanbul), Valerie Piraino (NIGHT, Los Angeles), Florian & Michale Quistrebert (JULIETTE JONGMA, Amsterdam), Soraya Rhofir (NOSBAUM & REDING, Luxembourg), Nora Schultz (ISABELLA BORTOLOZZI, Berlin), Cara Tolmie (ROWING, London), Ned Vena (SOCIÉTÉ, Berlin / REAL FINE ARTS, New York), Matthew Watson (JOE SHEFTEL, New York), Stuart Whipps (EASTSIDE PROJECTS, Birmingham).

– Santa Nastro

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.
  • HD

    il castello di rivoli non lo vuole più nessuno, altro che “sede prestigiosa”.
    tra un po’ non lo vorranno più nemmeno in regalo…