Hervé Tullet e i bambini di Palazzo Grassi, a Venezia. La nuova stagione di st_art parte con un laboratorio didattico nel Teatrino di Tadao Ando. Atelier creativi, pensati per le famiglie

Spazio tecnologico, seduttivo, aggregativo e performativo, il nuovo Teatrino di Palazzo Grassi, disegnato da Tadao Ando, non è solo il luogo ideale per spettacoli, performance e proiezioni. Anche la didattica trovo posto, adesso, in questo scrigno contemporaneo, inaugurato la scorsa estate a Venezia. Ecco dunque che qui prende il via la quinta edizione di st_art, […]

Spazio tecnologico, seduttivo, aggregativo e performativo, il nuovo Teatrino di Palazzo Grassi, disegnato da Tadao Ando, non è solo il luogo ideale per spettacoli, performance e proiezioni. Anche la didattica trovo posto, adesso, in questo scrigno contemporaneo, inaugurato la scorsa estate a Venezia. Ecco dunque che qui prende il via la quinta edizione di st_art, programma dedicato alle scuole e alle famiglie, costruito intorno alle attività espositive della Fondazione: Prima Materia, nuova raccolta di ottanta opere della collezione Pinault, e la grande monografica dedicata a Rudolf Stingel, sono adesso i fulcri dei laboratori che esplorano diversi linguaggi artistici, attraversando temi, spunti e riflessioni suggeriti dalle mostre.
Sabato 21 settembre, alle ore 15, il calendario di atelier per bambini propone un appuntamento speciale con Hervé Tullet, celebre autore e illustratore francese, tra i maggiori esperti nel settore dell’infanzia: musica, parole e colori, per un pomeriggio trascorso tra giochi, racconti ed esperimenti creativi. Partecipazione gratuita, con prenotazione obbligatoria.
Dal 28 settembre in poi, ogni sabato, st_art continuerà regolarmente, per i bambini dai 4 ai 10 anni, negli spazi di Palazzo Grassi o di Punta della Dogana, in base ai format e le esigenze di ogni singolo atelier.

www.palazzograssi.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.