Quando il design si nutre della tradizione artigiana. In Abruzzo (e poi online) ci pensa il progetto R.I.A.M.A.: ecco le immagini da Castelbasso…

Ė un progetto che intende mettere a confronto i giovani designer con i mestieri della tradizione abruzzese: e sta lavorando per creare una directory online di queste esperienze creative. R.I.A.M.A. – che sta per Revival Innovativo Antichi Mestieri d’Abruzzo – è promosso da Castelbasso, il borgo del teramano che da diversi anni si distingue per […]

Ė un progetto che intende mettere a confronto i giovani designer con i mestieri della tradizione abruzzese: e sta lavorando per creare una directory online di queste esperienze creative. R.I.A.M.A. – che sta per Revival Innovativo Antichi Mestieri d’Abruzzo – è promosso da Castelbasso, il borgo del teramano che da diversi anni si distingue per la ricca attività culturale estiva, anche in ambito espositivo. Un progetto di riscoperta dei mestieri artigianali attraverso la creatività giovanile, che ha contribuito a creare le premesse per la conservazione di alcuni mestieri artigianali del territorio abruzzese, grazie alla progettualità di una diecina di giovani designer, formati presso l’Università Europea del Design di Pescara. Progetto che continuerà ad esistere attraverso la creazione del sito web www.riama.it, archivio dei saperi storici, teorici e pratici realizzato con il contributo di tutti partecipanti, artigiani e giovani, e pensato a uso in particolare delle nuove generazioni. Giornata clou, con la presentazione dei risultati, venerdì 30 agosto: nella gallery una ricca documentazione fotografica…

www.riama.it

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.