Napoli piange Umberto Bile. Il conservatore capo del Complesso dei Girolamini è scomparso nella notte a 55 anni

Era un conservatore illuminato e intraprendente, che aveva mietuto successi e riscosso consensi ancora più evidenti da quando svolgeva l’incarico di curatore del complesso monumentale dei Girolamini di Napoli. L’ultima impresa in ordine di tempo di Umberto Bile, scomparso la notte scorsa a soli 55 anni, è stata quella di riportare alla loro originaria collocazione, […]

Umberto Bile, Conservatore Monumento Nazionale dei Girolamini di Napoli

Era un conservatore illuminato e intraprendente, che aveva mietuto successi e riscosso consensi ancora più evidenti da quando svolgeva l’incarico di curatore del complesso monumentale dei Girolamini di Napoli. L’ultima impresa in ordine di tempo di Umberto Bile, scomparso la notte scorsa a soli 55 anni, è stata quella di riportare alla loro originaria collocazione, sull’altare della chiesa, i due monumentali Angeli di Giuseppe Sanmartino, l’autore del celebre Cristo velato, allestiti presso il Museo Nazionale di Capodimonte dal 1979, anno della grande mostra “Civiltà del ‘700 a Napoli”.
Affidate ad un comunicato le parole di partecipazione del ministro Bray: “Il Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Massimo Bray, esprime profondo cordoglio per l’improvvisa scomparsa di Umberto Bile, curatore ad interim del Complesso dei Girolamini a Napoli. Bile è stato un professionista di straordinarie qualità che, con grande passione e competenza, ha dedicato la sua vita all’impegno scientifico e culturale, lasciando un importante contributo nelle vesti di vicedirettore del Museo Nazionale di Capodimonte”.

– Giovanna Procaccini

CONDIVIDI
Giovanna Procaccini
Giovanna Procaccini, napoletana, si laurea in architettura e si specializza in storia dell’arte all’Università degli Studi di Napoli Federico II. Si diploma come addetto alla conservazione e restauro dei dipinti su tela. Critica e curatrice, si occupa d’arte contemporanea in ogni suo aspetto. Ha lavorato come assistente presso la Cardi Galleria d’Arte di Milano e la Galleria Alfonso Artiaco di Napoli. Ha svolto contratti a progetto con il PAN | Palazzo delle Arti Napoli e con la Fondazione Internazionale Studi Superiori di Architettura. Si è occupata di didattica per Progetto Museo e per gli Amici dei Musei – Sez. Giovanile Napoli. Ha curato mostre di architettura e di artisti emergenti presso spazi pubblici e private gallerie d’arte. È consulente tecnico d’ufficio per il Tribunale di Napoli e svolge ruolo di consulente per alcuni collezionisti d’arte. Dalla sua fondazione, nel 2011, collabora con Artribune. Precedentemente, dal 2005, ha collaborato con le piattaforme editoriali Exibart e Zero.
  • Come mi dispiace..l’ho conosciuto e lo apprezzavo. Illuminato è la parola giusta.
    Beatrice Salvatore

  • Matteo

    Chi lo conosceva come me, sa quanto amore metteva nel suo lavoro e quanto entusiasmo era capace di creare intorno a sè anche grazie alla sua infinita simpatia.
    Una gravissima perdita per la città di Napoli. Ci mancherai Umberto

  • lucrezio teseo

    Dopo lo scempio ai danni dei Girolamini di Napoli è subentrato il dr Umberto Bile che subito si è profuso in iniziative atte a ridare al monumentale complesso quell’importanza internazionale che è stata oltraggiata da precedenti “custodi infedeli”, altre iniziative di recupero erano in cantiere ma la improvvida morte ha fermato l’impulso generoso del dr. Umberto, a chi resta il rimpianto per tanto vuoto e la speranza di un avvicendamento altrettanto valido che stemperi la prematura perdita. Grazie dr. Umberto.

  • Massimiliano

    Conoscevo il Dr. Bile da circa 8 anni. Abbiamo avuto modo di lavorare insieme in molte occasioni, e di lui mi ha sempre colpito oltre alla grande cultura, la sua immensa umanita’ e simpatia. La notizia della sua prematura scomparsa mi ha lasciato di sasso. Napoli perde uno dei suoi figli piu’ illustri e competenti.
    Sono addolorato come non credevo possibile.
    Addio Dr. Bile e grazie di tutto.
    Massimiliano Piccolo

  • Giovanna Bile

    Vi ringrazio per la stima e l’affetto nei confronti che avete sentito la necessità di esprimere pubblicamente. Nostro padre se ne sarebbe beato, per noi sono fonte di orgoglio e serenità
    Giovanna Bile

  • Massimiliano

    Ho avuto l’onore di collaborare con Umberto e di conquistare la sua fiducia; non posso fare a meno di pensarlo, ricordare di lui la fierezza, l’abnegazione e la dedizione al lavoro, sicuramente avrebbe portato i Girolamini molto in alto, così come si era avviato a fare… Ciao Umberto.
    Massimiliano Scatozza

  • Sergio Pipolo

    Addio Umberto , anche se per breve tempo ho avuto l’onore di conoscerti.