Art Digest: Bob Wilson, indirizzo Louvre, Parigi. Theaster Gates alla stazione degli autobus. Quei muscoli mi sembrano delle montagne

Per un grande artista, ci vuole una grande residenza. Come un grande museo, anzi il più importante al mondo: il Louvre, che fra l’11 novembre e il 17 febbraio 2014 consegnerà le proprie chiavi a Bob Wilson… (lefigaro.fr) 1,3 milioni di dollari per dare un’aura artistica alla stazione della 95th Street della Red Line, linea […]

Una delle immagini di Carl Werner (foto Carl Werner)

Per un grande artista, ci vuole una grande residenza. Come un grande museo, anzi il più importante al mondo: il Louvre, che fra l’11 novembre e il 17 febbraio 2014 consegnerà le proprie chiavi a Bob Wilson… (lefigaro.fr)

1,3 milioni di dollari per dare un’aura artistica alla stazione della 95th Street della Red Line, linea di trasporto urbano di Chicago. Sacrifici necessari, per avere la prestigiosa firma di Theaster Gates… (suntimes.com)

Pettorali, gomiti, spalle, pugni chiusi, per creare dune, caverne, vedute desertiche. Il feeling fra corpo umano nudo e paesaggio trova la sublimazione della serie di foto Bodyscapes, dell’australiano Carl Werner… (abc.es)

Agganciare il pubblico degli adolescenti, e avvicinarlo all’offerta culturale e formativa del museo. Per questo dopo aver curato la presenza su Facebook, Twitter e altri social, ora il MoMA di New York approda su Tumblr… (nytimes.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.