Sky Arte update: una certa idea della danza contemporanea, così come la vivono dall’altra parte delle Alpi. Quarta edizione per France Danse, sessanta gli spettacoli della rassegna che porta in Italia l’avanguardia del balletto

Ci sono grandi piazze, come Torino e Milano. Ed effervescenti realtà periferiche: è il caso di Rovereto o Civitanova Marche. Sono diciannove le città italiane, dall’Alto Adige alla Sicilia, che ospitano la quarta edizione di France Danse, il festival itinerante che punta il compasso della danza contemporanea su Parigi e irradia il proprio raggio toccando i […]

François Chaignaud, protagonista di France Danse - credit Odile Bernard Schröder

Ci sono grandi piazze, come Torino e Milano. Ed effervescenti realtà periferiche: è il caso di Rovereto o Civitanova Marche. Sono diciannove le città italiane, dall’Alto Adige alla Sicilia, che ospitano la quarta edizione di France Danse, il festival itinerante che punta il compasso della danza contemporanea su Parigi e irradia il proprio raggio toccando i teatri della penisola. Un cartellone che copre quattro mesi di eventi, da questi giorni fino a fine novembre; una sessantina le rappresentazioni di venticinque diverse produzioni: molte, le più, inedite in Italia.
Sugli scudi coreografi e compagnie transalpine, ça va sans dire. Ma non solo. La rassegna fotografa una scena frizzante, che fa della Francia il punto di riferimento e la piattaforma sperimentale per una ricerca di respiro internazionale. È giapponese il collettivo Maywa Denki, impegnato in questi giorni nelle Marche insieme alla spagnola Blanca Li; ed è italianissimo Emio Greco, adottato in senso artistico dai cugini d’oltralpe e lanciato come gemma tra le più splendenti del panorama della danza internazionale.
Dettagli e curiosità sul festival sul sito di Sky Arte HD…

http://arte.sky.it/?p=5982