Primo opening per N38E13. A Palermo un palazzo del Settecento diventa spazio creativo e micro hotel. Mostre, residenze, laboratori, nel cuore della città storica

N38.1103E13.3649, sigla alfanumerica corrispondente alle coordinate geografiche della città di Palermo. Parte dunque da un’indicazione di luogo, dall’idea di presenza e appartenenza, il progetto N38E13, nome che è sintesi di quello stesso codice identificativo. Lo spazio, gestito da Ennio Pellicanò, è pensato a un tempo come  piccola struttura ricettiva nel cuore della città storica e come luogo […]

Access Landscape Access - N38E13, Palermo

N38.1103E13.3649, sigla alfanumerica corrispondente alle coordinate geografiche della città di Palermo. Parte dunque da un’indicazione di luogo, dall’idea di presenza e appartenenza, il progetto N38E13, nome che è sintesi di quello stesso codice identificativo. Lo spazio, gestito da Ennio Pellicanò, è pensato a un tempo come  piccola struttura ricettiva nel cuore della città storica e come luogo in cui avviare pratiche culturali e di scambio tra il contesto urbano e la scena artistica territoriale, con collegamenti a quella nazionale ed internazionale. N38E13, che è anche un’associazione per la promozione di attività sociali, ospiterà dunque residenze, laboratori, mostre, incontri ed eventi, tra arte contemporanea, design e politiche creative applicate a una micro realtà alberghiera. Si comincia con una collettiva: tutti emergenti – Primoz Bizjak, Stefano Canto, Annamaria Di Giacomo, Jose Florentino, Alessandro Librio e Ignazio Mortellaro – con una sola figura “storica”, il collettivo catanese Canecapovolto. Curata da Salvatore Davì e Katiuscia PompiliAccess Landscape Access si concentra sul tema del paesaggio inteso come “estensione del corpo” e “processo mentale”, nel raffronto dialettico  “tra l’orientamento di chi lo pratica quotidianamente e lo straniamento del forestiero”.
Parallelamente, parte un ciclo di brevissime residenze d’artista: una settimana di soggiorno palermitano, dentro stanze-laboratorio dedicate ognuna a uno specifico linguaggio: foto e video, suono, pittura e scultura, parola.  Apre le danze il collettivo artistico bolognese VVVB, la cui riflessione sul concetto di paesaggio passerà attraverso l’esperienza della scrittura e quella dell’oralità. Opera realizzata all’interno della stanza e qui presentata il prossimo 21 luglio, dove resterà fino alla chiusura del ciclo, per poi entrare a far parte della collezione di N38E13.
Il progetto architettonico, nella crornice suggestiva di un antico palazzo del Settecento, è firmato dall’architetto Marzia Messina, con interior designer di Agnese Giglia.

Access Landscape Access
N38E13 aps – Via Maqueda 7, Palermo
opening: 13 luglio 2013, ore 19
fino al 13 novembre 2013
[email protected]
+39 3478877794
www.n38e13.com

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.