Da Bergonzoni a Belpoliti: riflessioni sui Post-Classici. A Roma, nella cornice monumentale del Colle Palatino, una mostra e un programma di incontri con sei intellettuali

Alessandro Bergonzoni, Walter Siti, Nadia Fusini, Valeria Parrella, Massimo Recalcati, Marco Belpoliti. Una squadra eccellente, per indagare i rapporti tra classico e contemporaneo, tra storia e attualità. Sono loro gli esperti coinvolti da Electa e doppiozero nella progettazione di un ciclo di lezioni a corollario della mostra mostra Post-Classici. La ripresa dell’antico nell’arte contemporanea italiana, a cura […]

Claudio Parmiggiani, Senza titolo, 1970

Alessandro Bergonzoni, Walter Siti, Nadia Fusini, Valeria Parrella, Massimo Recalcati, Marco Belpoliti. Una squadra eccellente, per indagare i rapporti tra classico e contemporaneo, tra storia e attualità. Sono loro gli esperti coinvolti da Electa e doppiozero nella progettazione di un ciclo di lezioni a corollario della mostra mostra Post-Classici. La ripresa dell’antico nell’arte contemporanea italiana, a cura di Vincenzo Trione, promossa dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma e ospitata fino al 29 settembre 2013 negli spazi monumentali del Foro romano e del Colle Palatino.
Si chiama dunque Analogie questo public program, suddiviso in sei appuntamenti e affidato a scrittori e intellettuali chiamati a tracciare corrispondenze dialettiche e assonanze tra un’opera in mostra e i temi cari alla loro esperienza letteraria: opere d’arte esplorate da un punto di vista visivo, iconografico, materiale, linguistico, teorico, comunque tramutate in occasioni di lettura critica del proprio lavoro, del panorama artistico contemporaneo, dell’attualità culturale. Il tutto nella cornice seducente di un progetto espositivo che, tra riflessi e cortocircuiti, riattualizza certi valori estetici assoluti – totalmente demoliti nel corso del Novecento – assegnando loro nuovo senso e nuove forme: bellezza, armonia, perfezione, misura, sapienza… In che modo ridiscuterne oggi e come ritrovarli nella produzione degli artisti – o degli intellettuali – del nuovo millennio?
Prezioso, in tal senso, il programma di lezioni con cui approfondire il concept della mostra, secondo sei angolazioni differenti. Introduce Raffaella De Santis, nei giorni 2, 3, 4 e 9, 10, 11 luglio.

www.postclassici.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.