Concetta Modica e Sophie Usunier, alle prese con “L’età del dubbio”. Doppia residenza siciliana, a Scicli: lo spazio Clang inaugura il suo secondo Habitat

A inaugurare il ciclo è stata Rebecca Agnes, prima ospite dello spazio Clang, a Scicli; prima artista non isolana, giunta in terra sicula nel cuore di una mite primavera ragusana, per dare il via al progetto Habitat. Residenze pensate come esperienze d’intimità e di relazione, che con il territorio, i cittadini, il piccolo art world […]

L'età del dubbio, Concetta Modica

A inaugurare il ciclo è stata Rebecca Agnes, prima ospite dello spazio Clang, a Scicli; prima artista non isolana, giunta in terra sicula nel cuore di una mite primavera ragusana, per dare il via al progetto Habitat. Residenze pensate come esperienze d’intimità e di relazione, che con il territorio, i cittadini, il piccolo art world locale, stabiliscono dei canali. Un modo per cercarsi e per cercare, attraverso gli altri e l’altro: un altro paesaggio, un altro tipo di pubblico, un altro spazio d’azione e di riflessione.
Tocca stavolta a una inedita coppia, due artiste invitate a Scicili per una permanenza in dialogo: Concetta Modica, siciliana trapiantata a Milano da quasi tutta una vita, e la francese Sophie Usunier, pendolare tra l’Italia e la Lorena. “Il lavoro si baserà sulla nostra convivenza, sulla condivisione degli spazi, sul nostro modo di lavorare sia insieme che individualmente, su come ci relazioneremo con la città. Una di noi conosce Scicli da sempre e l’altra la vede per la prima volta, gli occhi di ognuno faranno da filtro per l’altra”: occhi negli occhi, per raddoppiare la visione e prolungare l’orizzonte, provando a rubarsi immagini, emozioni, pensieri, nuove o vecchie forme di stupore.

L'età del dubbio, Concetta Modica
L’età del dubbio, Concetta Modica

E mentre le opere prenderanno corpo, nelle quattro settimane di soggiorno, una serie di ospiti si avvicenderanno, per osservare, interagire, ricevere, porgere, incamerare: tutti critici, artisti, scrittori o pensatori, invitati dalle artiste stesse, tra cui Francesca Alfano Miglietti, Luigi Fassi, Francesco Lauretta, Francesco Lucifora. Quindi, trascorso un mese, i progetti realizzati saranno presentati al pubblico, con una mostra.
Clang, nata nel dicembre 2012 grazie a una partnership tra l’Associazione culturale non-profit PASS/O e l’impresa di produzione DEARTE, prosegue il suo percorso di ricerca, puntando innanzitutto ad azioni che sostengano un’idea di cooperazione, di contatto, di processualità e azione corale. Esperimenti partoriti nel solco del dialogo e del dubbio. E si intitola proprio L’età del dubbio il progetto di Modica e Usunier: nodi da sciogliere insieme, tracciando percorsi condivisi.

– Helga Marsala

Residenza: 9 Luglio – 9 Agosto 2013
Opening: 9 Agosto 2013, ore 20
www.clangsite.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.