Art Digest: quali sono le tue visioni, Aurélie? Pop e Street, Christina Aguilera. Collage su Constable per il figlio perduto

“I socialisti non hanno alcuna visione culturale”. A un anno dalla nomina a ministro della cultura in Francia, la stilettata più affilata ad Aurélie Filipetti arriva dal predecessore Frédéric Mitterrand… (lefigaro.fr) Il boom inarrestabile della Street Art riceve anche l’imprimatur vip: l’inglese Dean Stockton fa sold out alla sua ultima mostra, e fra gli acquirenti […]

I socialisti non hanno alcuna visione culturale”. A un anno dalla nomina a ministro della cultura in Francia, la stilettata più affilata ad Aurélie Filipetti arriva dal predecessore Frédéric Mitterrand… (lefigaro.fr)

Il boom inarrestabile della Street Art riceve anche l’imprimatur vip: l’inglese Dean Stockton fa sold out alla sua ultima mostra, e fra gli acquirenti c’è anche la pop star Christina Aguilera… (telegraph.co.uk)

Pratiche che ci allontanano da quelle utilizzate in paesi con democrazie più consolidate del nostro”. All’IVAM di Valencia si insedia il nuovo Cda, e gli specialisti d’arte sono sostituiti in toto dai politici. E divampa la polemica… (elpais.com)

Restituitemi mio figlio. E così un membro di Fathers4Justice è stato arrestato a Londra per aver danneggiato un capolavoro di Constable alla National Gallery appiccicandoci sopra una foto del bambino… (guardian.co.uk)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.