Verso la Art Basel week: Liste diventa maggiorenne con le sue 18 edizioni. Ed a festeggiare arrivano anche tre gallerie dall’Italia

Giusto il tempo di disfare le valigie dopo la lunga vernice biennalesca veneziana, e l’artworld è pronto a riempirle di nuovo – lasciando a casa, si spera, l’abbigliamento invernale servito in Laguna – in vista della fair week di Art Basel. Ed il tour de force non sarà certo minore, con tutto il corollario di […]

Giusto il tempo di disfare le valigie dopo la lunga vernice biennalesca veneziana, e l’artworld è pronto a riempirle di nuovo – lasciando a casa, si spera, l’abbigliamento invernale servito in Laguna – in vista della fair week di Art Basel. Ed il tour de force non sarà certo minore, con tutto il corollario di eventi che come sempre fanno da contorno – spesso di lusso – alla fiera più importante del mondo. Fra queste brilla Liste, ormai una veterana delle rassegne collaterali, con le sue diciotto edizioni sulle spalle.
Per il 2013 la commissione ha volutamente contratto il numero delle gallerie presenti a 66 – sulle oltre 300 applicazioni giunte -, puntando su una opzione qualitativa e di ricerca sulla giovane arte contemporanea. Una vocazione confermata dai nomi che compariranno – fra l’11 e il 16 giuigno – sulle targhette degli stand, con un bell’elenco di giovani gallerie fra le più brillanti e determinate del circuito, dalla parigina Balice Hertling alla londinese Limoncello, da VidalCuglietta (Brussels) alla berlinese Peres Project. Tre le presenze italiane – Fonti da Napoli, Francesca Minini da Milano e Monitor da Roma -, alle quali si affianca la berlinese di adozione Supportico Lopez.

www.liste.ch

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.
  • Kapò

    Tutte gallerie giovani…. Ma che tristezza …. Ancora fate liste, bastaaa