Otto, un luogo per l’arte e il design. A Firenze lo spazio di Olivia Toscani si sposta a Palazzo Rucellai: atelier/galleria con annessa project room in vetrina

Nasce a Firenze due anni fa, come spazio creativo ibrido, in forma di showroom, galleria e atelier. Un luogo di incontri per appassionati d’arte e design, salotto culturale e insieme laboratorio di idee per la produzione di progetti artistici e di oggetti d’uso quotidiano, unendo esperienza artigianale e sperimentazioni con la tecnologia più raffinata. Otto […]

Olivia Toscani Rucellai

Nasce a Firenze due anni fa, come spazio creativo ibrido, in forma di showroom, galleria e atelier. Un luogo di incontri per appassionati d’arte e design, salotto culturale e insieme laboratorio di idee per la produzione di progetti artistici e di oggetti d’uso quotidiano, unendo esperienza artigianale e sperimentazioni con la tecnologia più raffinata. Otto – Luogo dell’arte, diretto da Olivia Toscani Rucellai –figlia del celebre Oliviero – adesso cambia sede. Continuando il suo viaggio lungo il confine mobile e complesso tra arte e design, questa piccola ma fervida attività cittadina approda adesso a Palazzo Rucellai, celebrando il passaggio con una mostra dal titolo “La Corte”: un’interpretazione in chiave contemporanea della corte rinascimentale di Leon Battista Alberti, tramite un accurato allestimento di panche, specchi, tappeti, sculture, lampade. Il cortocircuito tra estetica del presente e spazi e immagini del passato dà vita a suggestioni singolari, fatte di armonie e contraddizioni; un modo, tra l’altro, per evidenziare la funzione tradizionale della corte, sorta di stanza a cielo aperto in cui una volta si consumavano relazioni, conversazioni, scambi tra artisti, letterati, filosofi, musicisti.
Appendice che completa il progetto Otto nella nuova sede è la vetrina di Via de’ Palchetti, sempre a Palazzo Rucellai: un microspazio espositivo su strada – sul modello della Wrong Gallery di Nyc, o di Edicola Notte, a Roma – che debutta con il progetto Dolce Seno, curato da Aldo Frangioni,incentrato su una grande foto di Virginia Panichi. Doppio opening fissato per mercoledì 12 giugno.

www.ottoluogodellarte.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.